Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 4
Ore impiegate
Ore impiegate 31
Studi valutati
Studi valutati 23
Recensioni lette
Recensioni lette 1830

Il Miglior Barbecue del 2021 - Confronti e Recensioni dei barbecue

Una delle lezioni più preziose del 2020 è stata sicuramente questa: vivi la tua casa nel modo migliore! E infatti uno degli oggetti più acquistati in questo strano anno è stato proprio lui: il barbecue. Che sia per un pranzo in famiglia o per una rimpatriata tra amici, una grigliata ha sempre un valore aggiunto. La convivialità intorno al fuoco, il profumo di carne alla brace, il tempo passato con gli amici e ovviamente un sapore finale incomparabile con altri tipi di cottura... insomma, i vantaggi di un BBQ a casa sono sotto gli occhi di tutti. Ma come si sceglie quello giusto? Si può usare sul balcone? E quali tipi di barbecue esistono? Con questa analisi comparativa cercheremo di chiarire ogni dubbio.

Barbecue lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 4
Ore impiegate
Ore impiegate 31
Studi valutati
Studi valutati 23
Recensioni lette
Recensioni lette 1830

Cos’è un barbecue e come funziona?

Il termine “barbecue” (che si può trovare scritto anche “BBQ”) si può riferire sia al metodo di cottura che all’oggetto utilizzato per tale scopo. Il metodo consiste nel mettere il cibo (di solito carne ma anche verdura) su una griglia sospesa. Sotto la griglia c’è la fonte di calore che scalda sia il metallo della griglia che la carne stessa. Proprio la griglia dà il nome al termine italiano “grigliata” che si può benissimo considerare un sinonimo di barbecue.

Per i puristi, il barbecue vero e proprio è quello con il coperchio sopra la griglia, ma oggi in Italia si tende a non fare distinzione tra i due metodi. La fonte di calore può arrivare da diversi tipi di alimentazione che vedremo in seguito nel corso di questa analisi comparativa.

Vantaggi e aree di utilizzo

Poco spazio? Vita da condominio? Nessun problema. Oggi i barbecue in commercio permettono di cucinare un’ottima carne alla griglia anche sul balcone di casa. L’importante per scegliere il migliore BBQ è conoscere bene le caratteristiche di ogni tipo.

Con un buon barbecue si possono preparare diverse pietanze e accontentare ogni tipo di palato.

Quali tipi di barbecue esistono?

I barbecue da terra si differenziano a seconda del tipo di alimentazione che serve per metterli in funzione, cioè per scaldare la griglia: a legna, a carbone, a gas oppure con elettricità.

Ovviamente ogni tipologia ha i suoi pro e contro sotto diversi aspetti: tra di essi troviamo per esempio il tempo di preparazione, la spesa finale, la facilità d’uso e persino il sapore della carne.

Per scegliere il migliore barbecue basta avere chiare le differenze e farsi delle opinioni personali su vantaggi e svantaggi di ogni modello.

Barbecue a legna

Il classico, o meglio, quello che più di ogni altro incarna il BBQ nell’immaginario collettivo. Si tratta di uno dei metodi più naturali, ma anche più difficili da gestire.

Al giorno d’oggi, infatti, non sono moltissime le persone in grado di accendere un fuoco con la legna senza farlo spegnere subito dopo. Ma se si ha pratica (magari grazie al caminetto) o se si ha voglia di imparare qualcosa di nuovo, allora questo modello è in grado di dare tantissime soddisfazioni.

Consigliato a chi ha un giardino, una grande terrazza o comunque uno spazio con sufficiente aria e spazio di manovra.

Barbecue a carbone

Il sapore più buono arriva proprio da lì: dalla carbonella! A differenza della legna, il carbone richiede molta meno dimestichezza perché il fuoco si accende e soprattutto si mantiene con molta più facilità.

Questo tipo di griglia, però, ha dei tempi abbastanza elevati di riscaldamento: bisogna calcolare almeno 40-50 minuti a seconda della temperatura esterna per far sì che la griglia sia abbastanza calda da garantire la cottura ideale. Ma se l’idea è di usarlo per cucinare il fine settimana, il tempo non sarà sicuramente un problema!

Barbecue elettrico

Il modello più versatile. Basta infatti una presa di corrente e il BBQ elettrico è pronto da usare in qualsiasi luogo della casa o del balcone. Per il giardino basta una prolunga, meno facile sicuramente da usare in campeggio o in aperta campagna a meno che non si disponga di un generatore.

Un altro vantaggio è lo spazio: a differenza di altri modelli, quelli elettrici hanno design molto più compatti e una volta riposti non sono particolarmente ingombranti. Sono la scelta migliore per chi vive in appartamento e ha un balcone abbastanza ampio e areato, ma attenzione ai costi in bolletta: come ogni apparecchio elettrico, l’energia consumata ha un costo!

Barbecue a gas

Facilissimo da usare, il modello a gas arriva alla giusta temperatura in tempi molto brevi. Consente quindi di preparare una deliziosa cenetta anche durante la settimana, quando il tempo a disposizione non è tantissimo, e soprattutto permette di ottenere senza sforzi una cottura omogenea.

Insomma, per usare un barbecue a gas non c’è bisogno di aver passato a pieni voti un test di cucina avanzata! Il gas GPL arriva da una bombola esterna che deve essere sostituita quando arriva alla fine. I prezzi di consumo sono molto bassi, ma dato che le bombole finiscono sempre sul più bello la cosa migliore da fare è tenerne una di scorta a portata di mano.

Approfondimento sui migliori prodotti

Ora che abbiamo capito quali tipologie esistono vediamo alcuni prodotti in dettaglio. Basandoci sui criteri della tabella comparativa e sulle opinioni di chi li ha provati abbiamo selezionato quattro modelli di barbecue che hanno superato a pieni voti i test degli acquirenti più esigenti.

Weber 1221004

Un vero e proprio best seller di Weber, brand specializzato in BBQ di ogni tipo.

Un vero e proprio best seller di Weber, brand specializzato in BBQ di ogni tipo. Il Compact Kettle, infatti, è uno dei prodotti più acquistati online, ed è facile capire il perché.

Innanzitutto, come è facile capire anche dal nome della serie di cui fa parte, è un modello molto compatto, adatto a essere lasciato sul balcone di un appartamento senza che dia particolare fastidio quando non viene utilizzato. Nel caso lo volessimo spostare, con appena 7 kg di peso e le pratiche rotelle sarà un gioco da ragazzi, quindi è anche pratico da portare a casa di amici e parenti.

Qualcuno ha fatto un test e l’ha lasciato tutto l’anno sul balcone senza copertura: i materiali di qualità hanno retto alla grande sotto lo intemperie. Questo modello da 47 cm è la scelta migliore per una romantica cenetta a due o per invitare un paio di amici a una deliziosa grigliata estiva senza uscire di casa.

Sochef Saporillo G20512

Il Sochef Saporillo ha bisogno di spazio.

Saliamo di budget per questo elegante modello a gas che susciterà l’invidia di tutti gli invitati alla prossima grigliata sul terrazzo.

Diciamo subito che il Sochef Saporillo ha bisogno di spazio anche se, da chiuso con i ripiani laterali abbattibili, dà meno nell’occhio. Ha due ruote che permettono di spostarlo in un punto più riparato del terrazzo o del giardino quando non viene utilizzato.

Tra le tantissime opinioni positive presenti online, in molti considerano questo barbecue facile da montare anche da soli.

Grazie all’alimentazione a gas (tramite bombola GPL esterna) la piastra arriva a temperatura così velocemente che può essere utilizzata anche tutti i giorni, senza stress e senza complicazioni di pulizia. Sochef è esperta nella realizzazione di BBQ a gas e il Saporillo ha superato tutti i test degli acquirenti. Secondo la casa produttrice, questo modello è perfetto per chi vuole cucinare per 2-4 persone.

KLARSTEIN Tafelspitz

Se dovessimo scegliere una sola parola per descrivere il KLARSTEIN Tafelspitz sarebbe sicuramente “versatilità”.

Se dovessimo scegliere una sola parola per descrivere il KLARSTEIN Tafelspitz sarebbe sicuramente “versatilità”. Tra i prodotti presenti nella nostra tabella comparativa, questo è infatti uno dei più pratici e quello con la migliore relazione qualità-prezzo.

Cominciamo dalle misure: non solo occupa poco spazio quando è in uso, ma in più si piega e può essere trasportato facilmente come un carrellino. Le sue dimensioni ridotte, però, non gli impediscono di offrire anche due praticissimi ripiani di lavoro laterali ed estraibili. L’alimentazione elettrica lo rende la scelta migliore sia su un terrazzino sia in giardino (tramite prolunga).

Tra i vantaggi più apprezzati nelle recensioni online si trovano spesso la velocità di riscaldamento della piastra e la facilità di pulizia a fine cottura. La piastra antiaderente in dotazione, infatti, è asportabile e si può sciacquare sotto l’acqua corrente del lavello, mentre il grasso in eccesso viene raccolto da un contenitore che evita di sporcare per terra durante la preparazione dei cibi.

CASAMANIASHOPPING Pegoraro

CASAMANIASHOPPING Pegoraro è un modello alla veneta.

Ecco l’unico barbecue a legna della nostra tabella comparativa, ma può funzionare anche con la carbonella, più pratica e più semplice da gestire per chi non ha passato il test da capo scout. CASAMANIASHOPPING Pegoraro è un modello alla veneta, molto tradizionale e costruito da artigiani.

È uno dei più apprezzati da chi ama passare tempo in giardino con gli amici mentre la carne cuoce lentamente. E non solo: è pieghevole, e secondo molte opinioni è la scelta migliore in campeggio, in aperta campagna, nei boschi o in riva al fiume.

La graticola lunga un metro e larga 50 cm è perfetta per le grandi comitive: c’è chi ha fatto un test e ha preparato il pranzo per ben 15 persone, lasciando tutti i commensali più che soddisfatti. Se il suo aspetto un po’ grezzo può lasciare un po’ perplessi, dalle recensioni pubblicate poi scopriamo subito che, almeno in questo caso, l’abito non fa il monaco.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Questa analisi comparativa è stata scritta anche scegliendo i prodotti con una migliore recensione. Ma cosa cerca chi acquista un nuovo barbecue? Cosa scrivono nelle opinioni le persone che hanno effettuato test sul nuovo prodotto per una stagione intera? Ecco i principali vantaggi e svantaggi trovati dagli acquirenti online.

  • Materiali durevoli e robusti.
  • Facile da pulire.
  • Facile da montare.
  • Uniformità nella cottura.
  • Mancanza di termometro.
  • Tubi non in dotazione.
  • Raccogligrasso troppo piccolo.
  • Maniglie o altre parti si scaldano troppo in fretta.

Criteri di acquisto

Sicuramente a questo punto della nostra analisi comparativa sarà più facile farsi delle opinioni. Ma come si sceglie il barbecue ideale? Per capirlo ci siamo messi nei panni di una persona che deve acquistarne uno, magari per la prima volta: ecco alcuni criteri da prendere in considerazione.

Tipologia

Ovvero tipo di alimentazione: gas, elettricità, carbone o legna. Come abbiamo visto, la vera differenza sta proprio qui. E non è da sottovalutare!

Vanno infatti considerati molti aspetti: dimestichezza con il fuoco, tempo a disposizione per il riscaldamento, frequenza di utilizzo e così via. Per esempio, chi decide di usare il barbecue più volte alla settimana dovrebbe optare per un modello a gas o elettrico. Per chi vuole un oggetto da portare ovunque la scelta ricade su legna o carbonella.

Per quante persone?

L’area di cottura indica per quante persone potremo cucinare senza difficoltà. Per una famiglia numerosa o grandi cene tra amici un modello piccolo sarebbe controproducente: per la preparazione di tutte le portate ci vorrebbe troppo tempo e il consumo di combustibile salirebbe alle stelle.

Di norma le misure piccole vanno bene per 2-4 commensali. Se si ha in programma una grigliata di Ferragosto da offrire a tutto il campeggio la scelta migliore è puntare su modelli più capaci.

Sapevi che il nome “barbecue” ha un’etimologia un po’ incerta e non si sa con esattezza da dove provenga? Tuttavia una delle teorie più accreditate vede le origini nella lingua francese. “Barbecue” sarebbe l’abbreviazione dell’espressione “de la barbe a la queue” (che tradotto in italiano significa “dalla barba alla coda”) e si riferirebbe all’usanza di cucinare sulla griglia l’animale intero.

Spazio a disposizione

Non sempre questo criterio va di pari passo con l’area di cottura. Ci sono modelli molto voluminosi che però non sono pensati per grandi cene, e barbecue dal design minimale che, a sorpresa, si rivelano utili nelle grandi occasioni con tanti invitati.

Ovviamente chi ha un giardino o una terrazza spaziosa non si porrà grandi problemi. Ma chi vuole installare il nuovo barbecue sul balcone farà meglio a effettuare un test con il metro per assicurarsi del reale spazio disponibile.

FAQ

Barbecue: cosa cucinare?

La pietanza per eccellenza è la carne di quasi ogni tipo, ma sulla griglia non devono mancare alcune verdure per la creazione di un piatto completo e colorato. Si può cucinare anche il pesce, si possono preparare deliziose bruschette e, a contatto con la brace, anche patate al cartoccio.

Quale barbecue per il terrazzo?

Dipende. Se si ha accesso a una presa di corrente si può scegliere un modello elettrico. Se si vuole lasciare fisso una buona opzione è il barbecue a gas con bombola esterna. Se si ha poco spazio a disposizione la scelta ideale è un modello compatto o richiudibile.

Quando accendere il barbecue?

Il tempo di preparazione della griglia, cioè del raggiungimento della giusta temperatura, dipende dal modello scelto: per un modello a carbonella anche un’ora, per un modello a gas 15 minuti circa. La cosa migliore da fare per non far aspettare gli invitati è seguire sempre le indicazioni del produttore.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 recensioni. mediamente: 3,00 di 5)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963