Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 22
Studi valutati
Studi valutati 18
Recensioni lette
Recensioni lette 1390

Il Migliore Condizionatore Portatile del 2021 - Confronti e Recensioni dei condizionatori portatili

Condizionatore portatile lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 22
Studi valutati
Studi valutati 18
Recensioni lette
Recensioni lette 1390

Quando la bella stagione e il caldo rovente si avvicinano, è naturale preoccuparsi di come rinfrescare l’aria di casa. Il condizionatore è un dispositivo molto richiesto e sempre più utilizzato, ma non tutti possono permettersi di spendere l’onerosa cifra che serve per montare un impianto vero e proprio. Il condizionatore portatile, quindi, è una soluzione perfetta per chi vuole rinfrescare casa senza doversi impegnare in costosi lavori di muratura. In questo articolo abbiamo utilizzato una tabella comparativa con sei dei migliori condizionatori portatili del mercato e preparato per te una breve guida per scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Cos’è un condizionatore portatile e come funziona?

Il condizionatore portatile è un dispositivo che consente di rinfrescare l’aria nei periodi estivi diminuendone anche il tasso di umidità. Offre il vantaggio di poter essere installato ovunque, senza necessità di opere murarie e con un costo decisamente inferiore rispetto agli impianti fissi. Inoltre, si sposta ovunque sia possibile posizionarne il tubo dedicato allo scarico dell’aria calda.

Funziona grazie a un liquido refrigerante interno che incontra prima un evaporatore e poi un condensatore, assorbendo dunque il calore dell’ambiente e rilasciando in esso aria fredda. Il deumidificatore di cui molti condizionatori portatili sono dotati consente di raccogliere l’eccessiva presenza di umidità dell’aria drenandola tramite un apposito tubicino in un contenitore esterno o facendola evaporare tramite il tubo di scarico. Quest’ultimo è dunque fondamentale perché consente di comunicare con l’ambiente esterno scaricandovi l’aria calda.

Vantaggi e aree di utilizzo

Principalmente, i migliori condizionatori portatili consentono di raffreddare una determinata area consumando meno energia rispetto a un condizionatore classico e a un prezzo decisamente inferiore.

Quali tipi di condizionatori portatili esistono?

I migliori condizionatori portatili possono anche deumidificare.

I condizionatori portatili sono veramente versatili: oltre alla comodità impagabile di poterli spostare da una stanza all’altra per rinfrescarne l’aria, consentono anche di scaldare l’ambiente nei periodi freddi tramite la pompa di calore di cui molti sono dotati. La seconda tipologia che presentiamo e che abbiamo anche incluso nella nostra tabella comparativa, offre inoltre il vantaggio di essere meno rumorosa e di avere un funzionamento molto semplice senza utilizzo di prodotti chimici. Inoltre, la manutenzione è facilissima e i filtri svolgono anche il compito di purificare l’aria.

Con pompa di calore

Il condizionatore portatile con pompa di calore offre il vantaggio di rinfrescare d’estate e riscaldare l’inverno, ed è utilizzabile anche al posto del classico riscaldamento fisso. Opera tramite un liquido refrigerante e fa evaporare l’aria calda, assorbendone il calore per restituire aria fresca. Invece, nel caso della funzione di riscaldamento, l’aria viene assorbita da un condensatore che la comprime restituendo aria calda. Non necessita di una struttura esterna ma solo di uno sfogo tramite un tubo che fa uscire l’aria calda all’esterno.

La maggior parte di questi dispositivi è in grado di deumidificare l’ambiente, ma tutti generano una condensa che deve essere raccolta e smaltita tramite una vaschetta. I più moderni sono dotati di telecomandi e timer per programmarne l’accensione e lo spegnimento.

Evaporativo

Il raffrescatore evaporativo svolge funzioni molto simili al classico condizionatore portatile ma funziona in modo decisamente diverso. Si tratta di una sorta di ventilatore ad acqua, che aspira prima l’aria dell’ambiente per poi dirigerla verso un pannello evaporativo inserito all’interno del dispositivo che è costantemente bagnato e consente quindi di abbassare la temperatura dell’aria, che ritorna in circolo a una temperatura più fresca.

Questo tipo di dispositivo portatile non utilizza elementi chimici come i gas refrigeranti ma solo elementi naturali. Alcuni offrono anche un doppio sistema di filtrazione per un effetto purificante dell’aria reimmessa nell’ambiente. Presentano inoltre il vantaggio di non richiedere uno sfogo all’esterno dell’abitazione. D’altro canto, la potenza refrigerante può essere minore rispetto a un condizionatore portatile classico.

Approfondimento sui migliori prodotti

Nella nostra tabella comparativa abbiamo incluso entrambe le tipologie di condizionatore portatile di cui ti abbiamo già parlato. Ora andiamo ad analizzarne meglio i migliori dispositivi selezionati per consentirti di scoprirne le caratteristiche principali grazie anche ai test effettuati dagli utenti e alla loro opinione.

ARGO Milo Plus

ARGO Milo Plus è un condizionatore portatile dotato di pompa di calore.

ARGO Milo Plus è un condizionatore portatile dotato di pompa di calore che offre un’ottima classe energetica A in raffreddamento e A++ in riscaldamento, e una potenza di 13000 BTU. È grado di raffreddare, riscaldare, ventilare e deumidificare tramite una modalità automatica a seconda della temperatura esterna. Il dispositivo lavora con tre diverse velocità di ventilazione gestibili dal display a LED o dal telecomando.

Include anche un timer per accensione e spegnimento fino a 24 ore e funzioni speciali dedicate al sonno e all’auto diagnosi. Grazie alle ruote direzionabili è facilmente trasportabile, come risulta dai test effettuati, e risulta pulibile in modo approfondito grazie al filtro dell’aria rimovibile. Sono inclusi anche gli attacchi per collegare il tubo alle finestre.

Inventor Chilly

Inventor Chilly è un condizionatore portatile con pompa di calore e una potenza di 9000 BTU.

Inventor Chilly è un condizionatore portatile con pompa di calore e una potenza di 9000 BTU. Offre la classe energetica A e utilizza il gas a basso impatto ambientale R290. È dotato di quattro ruote per il trasporto e di maniglie laterali, oltre che di un tubo di scarico estendibile e flessibile per la fuoriuscita dell’aria calda. Opera tramite telecomando con display LCD tramite il quale è possibile regolare la ventola a due velocità, un timer fino a 24 ore e la funzione Sleep.

Offre tre funzionalità, ovvero il raffreddamento, la ventilazione e la deumidificazione, con soli 52 dB di rumorosità, non eccessivi secondo l’opinione degli acquirenti. È dotato di funzione di auto diagnosi per visualizzare gli errori direttamente sul display. Possiede alette regolabili per rivolgere il flusso di aria in direzioni diverse.

De’Longhi PAC EL112

De'Longhi PAC EL112 è un condizionatore portatile con pompa di calore dotato di una classe di efficienza A+.

De’Longhi PAC EL112 è un condizionatore portatile con pompa di calore dotato di una classe di efficienza A+, con una potenza di 11000 BTU e un consumo di 950W. Offre la regolazione del clima e la deumidificazione dell’aria fino a 41 litri al giorno in ambienti fino a 110 metri cubi. L’emissione dell’aria avviene tramite una ventola separata che può essere regolata su tre livelli. Include un display a LED azionato da un telecomando per il controllo a distanza, un timer di 24 ore e il termostato ambientale. Il gas utilizzato è l’R290 e secondo i test effettuati non è particolarmente rumoroso, con un’emissione di 63 dB.

ECO-DE ECO-698

CO-DE ECO-698 è un dispositivo portatile di tipo evaporativo.

ECO-DE ECO-698 è un dispositivo portatile di tipo evaporativo che è in grado di emettere un flusso d’aria di 500 metri cubi all’ora, perfetto per stanze di medie dimensioni secondo i test effettuati. Utilizza una bassa potenza a 70W e consuma un litro d’acqua all’ora. Include un timer che può essere programmato fino a 7,5 ore e un telecomando. La ventilazione avviene tramite una funzione swing e la confezione del dispositivo include due accumulatori per il freddo da utilizzare per raffreddare la stanza fino a sei gradi in meno. È dotato anche di funzione calore fino a 2000 W di potenza per riscaldare una stanza di medie dimensioni in soli 10 minuti. Include anche la funzione di purificatore d’aria e l’aromaterapia.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Anche il miglior condizionatore portatile del mercato ha i suoi pro e i suoi contro. Li abbiamo verificati tramite le opinioni degli utilizzatori ed elencati brevemente per te nella lista che segue.

  • I telecomandi che integrano il sensore di temperatura adeguando il funzionamento del dispositivo sono molto apprezzati.
  • Ottima la funzionalità pompa di calore secondo i test effettuati dagli acquirenti.
  • La rumorosità di molti condizionatori della tabella comparativa è decisamente sopportabile secondo l’opinione degli utilizzatori.
  • Il dispositivo evaporativo è molto apprezzato soprattutto per l’estrema silenziosità, secondo i test effettuati dagli utenti.
  • La funzione silenzioso presente in alcuni dispositivi è molto utile ed efficace per abbassare il rumore.
  • La classe energetica elevata di molti dispositivi consente un ottimo risparmio energetico.
  • Secondo l’opinione degli acquirenti, alcuni climatizzatori non raffreddano come promesso.
  • Alcuni condizionatori fanno molta condensa pertanto necessitano di frequenti svuotamenti della vaschetta raccoglitrice.
  • Alcuni telecomandi non funzionano correttamente se non perfettamente orientati verso il dispositivo.
  • Alcuni condizionatori portatili tendono a surriscaldarsi molto secondo i test degli utenti.
  • La funzione riscaldamento del dispositivo evaporativo non risulta molto efficace.
  • In alcuni dispositivi i raccordi del tubo per la finestra sono incompatibili e inutilizzabili dai test degli utenti.

Criteri di acquisto

I modelli di condizionatori portatili della nostra tabella comparativa sono stati scelti secondo determinati criteri che risultano fondamentali per effettuare l’acquisto più indicato per le tue esigenze. Eccoli di seguito nella speranza che possano aiutarti il dispositivo migliore per te.

Gas utilizzato

Il gas refrigerante non incide sulla capacità di raffreddamento (che dipende invece dalla potenza del dispositivo) ma è un componente fondamentale di tutti i condizionatori portatili. Quelli più moderni non creano danni all’ambiente in caso di dispersione, perché vengono assorbiti da terra e piante per rientrare poi nel ciclo naturale. Il gas R290, per esempio, impatta in modo molto ridotto sull’ambiente e sul riscaldamento globale.

BTU

Ovvero British Termal Unit, è l’unita di misura energetica utilizzata per quantificare l’ammontare di energia utilizzata dal condizionatore portatile. Maggiore è questo numero, che solitamente è riportato nella scheda tecnica del dispositivo, più grande sarà la superficie sulla quale lo stesso potrà lavorare con efficacia. Per le abitazioni che presentano stanze dalla superficie limitata è sufficiente un numero di BTU più basso (solitamente si considerano 5000 BTU per 20 mq, 11000 BTU 40 mq, e così via), mentre si sale decisamente per uffici o luoghi pubblici da rinfrescare più velocemente.

Lo sapevi che: i primi condizionatori erano un’arma quasi letale? Un’accidentale rottura dei circuiti interni avrebbe portato alla fuoriuscita di ammoniaca e clorometano, gas altamente tossici utilizzati per refrigerare. Da allora, questi dispositivi hanno fatto davvero molta strada!

Classe energetica

La classe energetica del condizionatore portatile consente di ottenere un risparmio in termini di energia anche modulandone la potenza in base alla temperatura dell’ambiente. È sempre bene scegliere le migliori classi energetiche a più alta efficienza, dalla A in su. In questo modo sarà possibile risparmiare un po’ sulla bolletta ma anche nuocere meno all’ambiente grazie alle emissioni ridotte, un problema purtroppo molto attuale in tutto il mondo.

Alternative al condizionatore portatile

Non offre lo stesso intenso sollievo che regala il condizionatore portatile, ma un ventilatore può comunque dare una mano a produrre una sensazione di refrigerio. È indicato anche per le persone che non tollerano l’aria fredda prodotta dai condizionatori o per i bambini più piccoli che non devono subire elevati sbalzi di temperatura.

FAQ

Quando ricaricare il condizionatore portatile?

In realtà, la risposta più corretta è mai. Se il condizionatore portatile funziona bene e i suoi circuiti lavorano in modo corretto, senza perdite o micro fessure, il gas refrigerante rimane all’interno della macchina e continua a svolgere il suo lavoro. Se dovesse rendersi necessario ricaricare il gas, sarà opportuno prima andare alla ricerca di una perdita nel circuito interno della macchina con un tecnico.

Il condizionatore portatile è rumoroso?

Tendenzialmente un condizionatore portatile è più rumoroso rispetto ai modelli fissi, il cui motore solitamente resta all’esterno dell’abitazione senza dare fastidio. È anche vero, però, che è normale aspettarsi un po’ di rumore durante il processo di aspirazione dell’aria calda e la rigenerazione in fredda. Un consiglio è quello di scegliere split non troppo piccoli o sottili, per evitare quanto meno il ronzio che produce il passaggio dell’aria tramite queste sottili fessure.

È possibile usare il condizionatore portatile in camper?

Certo, ma bisogna valutare attentamente il consumo energetico del componente aggiuntivo. Per un camper è meglio preferire un raffrescatore evaporativo rispetto a un condizionatore portatile classico, perché può funzionare anche a 12 V consumando decisamente meno.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963