Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 25
Recensioni lette
Recensioni lette 1780

Il Miglior Condizionatore del 2021 - Confronti e Recensioni dei condizionatori

Che tu sia un amante dell’estate o un fan dell’inverno, oppure preferisca le mezze stagioni, cambia poco: le temperature eccessive, fredde o calde, possono davvero renderci la vita più sgradevole. Per evitare di passare notti insonni a causa dell’afa, o avere il problema opposto di grandi ambienti che non si scaldano mai, il condizionatore è un ottimo alleato. Inoltre, il bonus fiscale per acquistarne uno è stato protratto per tutto il 2021. Non ti resta che scegliere il tuo condizionatore! Come? Leggendo questa guida in cui troverai delle opinioni sui migliori modelli del mercato, una tabella comparativa e i risultati dei test concreti degli acquirenti. Buona lettura!

Condizionatore lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 25
Recensioni lette
Recensioni lette 1780

I condizionatori sono dei dispositivi termici in grado di raffreddare o riscaldare l’aria in un ambiente, di conseguenza aumentandone o abbassandone la temperatura. Questo processo avviene grazie allo sfruttamento di alcune proprietà fisiche di un fluido refrigerante che viaggia all’interno delle tubazioni del dispositivo.

I migliori condizionatori fungono anche da climatizzatori, vale a dire che svolgono entrambi le funzioni di raffreddamento e riscaldamento. Di solito sono composti da un’unità interna e una esterna, collegate da tubi, e si alimentano tramite corrente elettrica.

Vantaggi e aree di utilizzo

Un condizionatore in casa può migliorare nettamente la qualità della vita.

Video: Condizionatore, cosa fare prima dell’estate

Un condizionatore in casa può migliorare nettamente la qualità della vita. Scopriamo più nel dettaglio tutte le caratteristiche che devi conoscere per confrontare i vari modelli con cognizione di causa.

Quali tipi di condizionatori esistono?

Il primo aspetto utile da conoscere per classificare le varie proposte del mercato è, senza dubbio, il sistema di funzionamento di un condizionatore. Di seguito, riassumiamo per te le caratteristiche principali delle tipologie split, monoblocco e fisso o portatile per permetterti un’analisi comparativa dei diversi modelli.

Condizionatore monoblocco

Il condizionatore monoblocco è il modello più “antico”, ovvero presente in commercio da più tempo. Si tratta di un unico dispositivo che contiene al suo interno il circuito frigorifero, le ventole e il compressore. L’aria calda fuoriesce da un tubo di rilascio, che deve essere installato in prossimità di un’apertura o una finestra della casa o della stanza in cui lo si utilizza.

Di solito, i condizionatori monoblocco svolgono la sola funzione refrigerante, ma ultimamente i vari marchi stanno proponendo anche versioni più innovative con la funzione di riscaldamento.

Condizionatore split

I modelli split sono frutto delle tecnologie più recenti, e dunque, di solito, hanno anche un prezzo più elevato. Per funzionare, infatti, non hanno bisogno di un tubo per la fuoriuscita dell’aria, come nel caso precedente. Sono composti da due elementi: uno all’interno dell’ambiente (con l’evaporatore, il compressore e il sistema di ventilazione), uno all’esterno (il condensatore e il ventilatore).

L’aria viene raffreddata tramite un gas refrigerante, e rilasciata poi nell’ambiente dove il condizionatore è installato. I condizionatori split possono svolgere anche la funzione di riscaldamento se viene inserita al loro interno una pompa di calore.

Condizionatori fissi/ portatili

Le due tipologie precedenti, split e monoblocco, sono entrambe disponibili in due versioni: fissa e portatile. L’impianto fisso avrà ovviamente bisogno di un’installazione muraria, con uscite in corrispondenza dei tubi dove necessario; quello portatile, invece, non richiede interventi del genere, consuma mediamente meno di un condizionatore fisso ma è meno potente e dunque meno adatto per ambienti molto spaziosi.

Tra i modelli portatili, ce ne sono addirittura da scrivania. Di solito, i portatili tendono a essere più rumorosi di quelli fissi, ma quelli più recenti hanno una tecnologia migliorata e più silenziosa rispetto ai modelli più datati.

Approfondimento sui migliori prodotti

Un condizionatore è un investimento per la tua casa. Ecco perché vogliamo aiutarti a scegliere il migliore per te. Per questo, di seguito ti proponiamo la nostra selezione delle migliori alternative sul mercato. La breve descrizione ti fornirà un’idea delle caratteristiche principali, ma anche delle opinioni di chi ha già acquistato e testato i dispositivi.

Hisense 2AMW42U4RRA

Hisense propone un condizionatore che svolge anche la funzione di climatizzatore

Hisense propone un condizionatore che svolge anche la funzione di climatizzatore, di tipo split. Di classe energetica A++, utilizza il gas ecologico R-32, considerato tra i più sicuri per i condizionatori. Si tratta di un modello molto silenzioso, come confermato dai test degli acquirenti, ed è composto da un’unità interna garantita 3 anni e una esterna garantita 5 anni.

Per chi preferisce l’utilizzo “intelligente” collegato alla rete Wi-Fi, tale optional è disponibile come acquisto separato. Include inoltre un telecomando facile da usare. Le opinioni degli utenti confermano l’ottimo rapporto qualità-prezzo e la funzionalità di questo modello.

Samsung Clima Quantum Maldive

Samsung Quantum Maldive è super silenzioso e lavora a grande potenza

Il colosso della tecnologia propone un modello split, di classe energetica A++ e 9000 BTU di potenza. Samsung Quantum Maldive è super silenzioso e lavora a grande potenza di raffreddamento per raggiungere la temperatura desiderata. Il sistema inverter fa in modo che, una volta ottenuto il fresco voluto, le alette vengano indirizzate verso l’alto per garantire una circolazione ottimale dell’aria.

Il Quantum Maldive ha la particolarità della funzione autopulente, che si avvia una volta spento, per eliminare l’umidità al suo interno e prevenire la formazione di muffe e batteri. Anche in questo caso il gas refrigerante utilizzato è l’R-32, sicuro e certificato.

ARGO Ecowall 18

ARGO Ecowall è un condizionatore split che può essere usato in tre modalità: climatizzazione, riscaldamento e deumidificazione.

ARGO Ecowall è un condizionatore split che può essere usato in tre modalità: climatizzazione, riscaldamento e deumidificazione. Oltre a una potenza di 18000 BTU e al display LCD retroilluminato, regolabile tramite telecomando, ARGO permette di scegliere tra 4 velocità di ventilazione e diversi tipi di getto d’aria. Un’altra funzione utilissima, secondo le opinioni riportate, è il timer programmabile sia per l’accensione sia per lo spegnimento.

Inoltre, Ecowall include la funzione “Eco” a risparmio energetico e massima silenziosità, ma anche altre funzioni extra quali la memorizzazione delle impostazioni in caso di blackout, l’ottimizzazione del funzionamento notturno e l’auto-diagnosi di eventuali errori tecnici.

Olimpia Splendid 01494

Olimpia propone un condizionatore monoblocco a impianto fisso

Olimpia propone un condizionatore monoblocco a impianto fisso, che si può installare a parete sia in alto sia in basso. La sua particolarità è l’assenza dell’unità esterna, che evita quindi di compromettere l’estetica delle pareti esterne dell’edificio. Sarà infatti sufficiente installare solo due griglie per la circolazione dell’aria.

Molto silenzioso, secondo i test di chi l’ha acquistato, può essere collegato alla rete Wi-Fi e controllato tramite smartphone con l’app dedicata Olimpia Splendid (oltre che con il classico telecomando). Viene definito “potente e compatto” nelle opinioni dei consumatori che ne sottolineano l’idoneità per rinfrescare grandi ambienti, oltre al il ridotto consumo energetico.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Prima di lanciarti nell’acquisto del miglior condizionatore per la tua casa o il tuo ufficio, ti consigliamo di raccogliere tutte le informazioni possibili. Abbiamo già visto quanto le opinioni di altri consumatori possano fare la differenza per una scelta intelligente: qui di seguito, abbiamo riassunto per te le più significative.

  • I condizionatori moderni non gravano più di tanto sulla spesa in bolletta.
  • L’installazione risulta semplice e veloce.
  • I modelli monoblocco salvaguardano l’estetica delle pareti esterne degli edifici evitando le unità esterne.
  • Le tecnologie sono sempre più silenziose e permettono quindi l’uso durante la notte.
  • Le detrazioni fiscali rendono l’acquisto di un condizionatore un investimento alla portata di tutti.
  • I modelli con filtro antimuffa e batteri contribuiscono a mantenere l’aria pulita.
  • La possibilità di gestire i dispositivi da smartphone rende l’uso molto più semplice e immediato.
  • I modelli fissi rinfrescano grandi ambienti in soli quindici minuti in media.
  • Alcuni modelli split risultano ancora un po’ rumorosi e quindi non sono consigliati per l’uso notturno.
  • Per il montaggio, è spesso necessario rivolgersi a un installatore professionista per evitare di danneggiare il dispositivo.
  • In quasi tutti i modelli compatibili con il Wi-Fi, questa funzione non è inclusa e va acquistata separatamente.
  • I condizionatori split sono meno potenti, quindi inadatti per grandi spazi.
  • I modelli portatili sembrano consumare più energia rispetto a quelli fissi.
  • Con la funziona riscaldamento, dall’accensione e fino al raggiungimento della temperatura, il rumore risulta essere forte.

Criteri di acquisto

Al momento di acquistare il tuo condizionatore, tieni a mente anche gli aspetti di cui ti parliamo in questa sezione. La tua analisi comparativa sarà completa e ti aiuterà, insieme ai test e alle opinioni degli utenti, a scegliere il miglior dispositivo per assicurarti la temperatura ideale a casa tua.

Video: Condizionatore, gli errori da non fare per risparmiare

Tipologia

Il primo criterio da valutare per acquistare il tuo condizionatore è la sua tipologia. A seconda delle tue necessità, ma anche dello spazio che hai a disposizione, considera se un modello split potrebbe fare al caso tuo o se uno monoblocco sarebbe più funzionale.

Prendi in considerazione la grandezza dell’ambiente da climatizzare, la possibilità di creare uscite o sfruttare finestre per i tubi di scarico e la necessità di spostare il condizionatore da una stanza all’altra per decidere tra impianto fisso o modello portatile.

Classe energetica

Dopo aver scelto la tipologia di condizionatore che fa più al caso tuo, l’aspetto più importante da considerare è la classe energetica. Un’ottima classe energetica significa non solo una migliore funzionalità del prodotto, ma anche consumi ridotti in bolletta.

Scegli un condizionatore che sia almeno di classe energetica A: raggiungerà più velocemente la temperatura desiderata, consumando meno e impattando in modo meno significativo sull’ambiente.

Lo sapevi che il primo condizionatore fu ideato dall’americano Lewis Latimer, il progettista e disegnatore di Thomas Edison, nel 1886?

Gas utilizzato

Per essere certo del livello di sicurezza del dispositivo che acquisterai, controlla il tipo di gas utilizzato nel tuo condizionatore. In Europa esiste un regolamento specifico (517/2014) sui gas fluorurati a effetto serra; i più utilizzati per i condizionatori sono l’R410A e l’R32.

Prediligi sempre quest’ultimo, che è più recente e con un impatto inquinante molto più basso rispetto al primo. Lo trovi, di solito, nei modelli di ultima uscita.

FAQ

Cosa sono i BTU?

BTU sta per British Termal Unit, ed è l’unità di misura della potenza di riscaldamento o refrigerazione di un condizionatore. Più alto sarà il BTU, maggiore sarà la potenza dell’impianto e la copertura di metri quadrati del suo effetto refrigerante o riscaldante.

Il condizionatore è nocivo per la salute?

Nonostante i vari miti legati agli effetti nocivi dei condizionatori, l’unico rischio che si corre utilizzandoli è quello legato a una cattiva manutenzione, che potrebbe favorire la proliferazione di batteri e muffe. Assicurando una regolare pulizia dei filtri, l’uso moderato del condizionatore è sicuro.

Qual è la temperatura ideale da mantenere in casa?

Bisogna tener conto che, secondo i test scientifici, l’organismo umano è abituato a temperature tra i 25 e i 27 gradi centigradi. Queste sarebbero quindi le temperature ideali, sempre assicurandosi che non vi sia una grande differenza tra interno ed esterno per evitare dannosi cambiamenti termici.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963