Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 18
Recensioni lette
Recensioni lette 1740

Il Miglior Robot Aspirapolvere del 2021 - Confronti e Recensioni dei robot aspirapolvere

Dopo una lunga giornata di lavoro non c’è niente di meglio che godersi il relax nella propria casa pulita e ordinata. Se poi qualcuno, anzi, qualcosa, si occupa di pulirla al posto nostro, ancora meglio! Il robot aspirapolvere ti potrebbe stupire con le sue funzionalità ultra tecnologiche e la precisione nell’occuparsi dei pavimenti in maniera veramente efficace. Abbiamo selezionato per te sei dei migliori robot attualmente in vendita in una tabella comparativa, per fornirti tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno se stai valutando di acquistarne uno e ti trovi in imbarazzo fra le tante proposte del mercato.

Robot aspirapolvere lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 18
Recensioni lette
Recensioni lette 1740

Cos’è il robot aspirapolvere e come funziona?

Dai primi modelli minimali e poco potenti della fine del secolo scorso fino ad arrivare a oggi, il robot aspirapolvere ha subito drastici cambiamenti e notevoli migliorie dal punto di vista tecnologico.

Video: Il bimbo si diverte sull’aspirapolvere robot

Attualmente, è uno dei dispositivi più diffusi in molte case con ottime capacità di pulizia, un’intelligenza sempre più autonoma e sensori ultra-sofisticati in grado di mappare l’ambiente circostante, insieme alla gestione da remoto, anche per chi non si trova in casa.

Il robot aspirapolvere è dotato innanzitutto di un serbatoio per la raccolta dello sporco e di spazzole rotanti che si assicurano di raggiungere anche gli anfratti più scomodi. I vari sensori di cui è dotato gli consentono di evitare gli ostacoli e anche le scale, qualora presenti, per evitare rovinose cadute. I dispositivi migliori lavorano anche sui tappeti e possono lavare i pavimenti grazie a un ulteriore serbatoio dedicato all’acqua. La ricarica avviene spesso automaticamente se il robot è scarico, consentendogli di raggiungere la base di ricarica in autonomia.

Vantaggi e aree di utilizzo

Il robot aspirapolvere si può azionare prima di rientrare a casa da remoto per trovare il pavimento pulito, ed è estremamente utile anche nelle abitazioni dove vivono gli animali, in quanto è molto efficace nella raccolta del pelo sparso sui pavimenti.

Il robot aspirapolvere è molto facile da usare.

Quali tipi di robot aspirapolvere esistono?

Attualmente è possibile trovare numerosi modelli sul mercato a seconda delle funzionalità dei dispositivi e delle caratteristiche che presentano. Abbiamo pensato di suddividerli per fascia di prezzo perché da questa caratteristica dipendono le specifiche più o meno avanzate del dispositivo. Ne troverai alcune rappresentate anche nella nostra tabella comparativa che ti potrà aiutare a valutare rapidamente le peculiarità di ogni robot aspirapolvere.

Fascia bassa

I robot aspirapolvere più semplici in realtà non sono propriamente in grado di aspirare la polvere, bensì la raccolgono tramite un panno elettrostatico applicato nella parte posteriore. Si muovono autonomamente per casa ma non evitano gli ostacoli, semplicemente cambiano percorso una volta incontrato un mobile o un oggetto in quanto privi di sensori di rilevazione.

Possono essere utili per raccogliere il pelo degli animali domestici e sono sicuramente fra i più economici, con un’autonomia variabile da mezz’ora fino a circa un paio d’ore, ma tendono a spingere la polvere verso i bordi delle pareti e negli angoli e non sono adatti per ambienti dotati di scale perché privi di sensori anticaduta.

Fascia media

I dispositivi di fascia media sono in grado di aspirare polvere e piccoli residui di sporco raccogliendoli nell’apposito scomparto interno al robot e sono dotati di sensori anticaduta in grado di riconoscere le scale e antiostacolo. Possono navigare per la stanza tramite un sistema intelligente che ne esamina tutta l’area. Solitamente puliscono diverse superfici, inclusi tappeti a pelo corto e, dato lo spessore spesso ridotto, riescono a pulire anche sotto ai letti o sotto ai divani.

L’autonomia può arrivare anche fino a tre ore, con tempi di ricarica variabili, dalle cinque alle sette ore circa. Spesso sono dotati anche di spazzole laterali per raggiungere i bordi delle pareti o gli angoli e talvolta offrono anche la possibilità di lavare i pavimenti tramite un apposito panno

Fascia medio-alta

I robot aspirapolvere più avanzati sono dotati di funzionalità extra che consente loro di interagire nel modo migliore con l’utente. Quindi sono comandabili a distanza tramite un apposito telecomando, un’applicazione da scaricare sul proprio smartphone o talvolta tramite i dispositivi intelligenti a comandi vocali. Inoltre, sono in grado di mappare la stanza da pulire tramite i propri sensori, scansionando l’ambiente e consentendo al dispositivo di evitare gli ostacoli.

Oltre a essere dotati di tutti i sensori necessari, come quelli anticaduta e antiostacolo, calcolano in autonomia i percorsi migliori per pulire una stanza coprendone tutta l’area. Includono spesso anche la possibilità di lavare dopo aver aspirato l’area e i più tecnologici offrono anche una telecamera per poter monitorare a distanza i risultati.

Approfondimento sui migliori prodotti

Al fine di acquistare il robot aspirapolvere perfetto per le tue esigenze, è bene conoscere le opinioni di chi lo ha già acquistato e utilizzato, oltre a tutte le caratteristiche e le specifiche del dispositivo. Abbiamo analizzato i prodotti presentati nella nostra tabella comparativa per presentarti nel modo più approfondito funzionalità e peculiarità di ognuno di essi.

iRobot Roomba i7+

iRobot Roomba i7+ è un robot aspirapolvere di fascia alta.

iRobot Roomba i7+ è un robot aspirapolvere di fascia alta dotato di connessione automatica e compatibile con Alexa e Assistente Google. È dotato di un raccoglitore per lo sporco che viene incamerato in sacchetti a quattro strati in grado di bloccare gli allergeni, con svuotamento automatico. È in grado di mappare la superficie da pulire tramite sistema Cutting-Edge e lo si può direzionare verso la zona desiderata tramite comando vocale.

Aspira lo sporco tramite un sistema a tre fasi con doppie spazzole in gomma adatte su molte superfici e perfette per la raccolta del pelo degli animali. Dai test effettuati risulta avere un’autonomia di 90 minuti. Le opinioni degli utilizzatori lo descrivono come molto efficace e preciso nella mappatura e dotato di aspirazione potente.

Xiaomi Roborock S5 Max

Xiaomi Roborock S5 Max è un robot aspirapolvere WiFi dotato anche di funzione lavapavimenti.

Xiaomi Roborock S5 Max è un robot aspirapolvere WiFi dotato anche di funzione lavapavimenti grazie a un serbatoio dell’acqua di 290 ml idoneo al lavaggio di una superficie totale di 186 mq. È in grado di effettuare la mappatura di una stanza e di impostare il flusso d’acqua idoneo per ogni tipologia di sporco.

Può salire su tappeti e ostacoli alti fino a due cm e adegua la potenza di aspirazione di 2000 Pa alla superficie da pulire. Dai test effettuati offre un’autonomia sufficiente a una casa di grandi dimensioni e si autoricarica al momento necessario. Risulta un dispositivo molto apprezzato soprattutto per la capacità di aspirazione variabile e personalizzata sulle varie superfici.

iRobot Roomba 971

iRobot Roomba 971 è un robot aspirapolvere dotato di connessione WiFi.

iRobot Roomba 971 è un robot aspirapolvere dotato di connessione WiFi molto indicato anche per la pulizia dei peli degli animali domestici. Grazie alla funzione vSlam e secondo i test effettuati, il dispositivo può mappare la casa e seguire percorsi stabiliti dall’utente, con ricarica automatica in caso di batteria insufficiente e ripresa della pulizia dal punto in cui si era interrotto.

Il robot suggerisce anche i programmi di pulizia in tre fasi più idonei in base alle stagioni delle allergie o alla muta del manto degli animali. Offre un’autonomia di 75 minuti sufficienti per pulire una casa intera. Molto apprezzata dagli utenti la possibilità di attivarlo anche quando si è fuori casa da remoto.

Venga! RVC 3000

Venga! RVC 3000 è un aspirapolvere di fascia media.

Venga! RVC 3000 è un aspirapolvere di fascia media dotato anche di funzione lavapavimenti tramite un serbatoio d’acqua da 300 ml e un panno dedicato. Include un filtro HEPA e sei diversi programmi di pulizia con i sensori anticaduta e anticollisione con una potenza di aspirazione da 1400 Pa. L’autonomia è di 90 minuti secondo i test, grazie alla batteria al litio da 2600 mAh dotata di ricarica automatica.

Si può azionare tramite telecomando con schermo LCD. Viene fornito con quattro spazzole rotanti laterali per raggiungere tutti gli angoli. Gli acquirenti ne hanno molto apprezzato la doppia funzione di aspirazione e lavapavimenti che risulta molto efficace.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Ogni acquisto ha sempre i suoi pro e i suoi contro ed è bene conoscerli prima di impegnarsi con un dispositivo come il robot aspirapolvere, che grazie alle sue peculiarità può anche avere un prezzo importante. Noi abbiamo raccolto i più comuni esposti dagli utilizzatori per aiutarti a effettuare una scelta ben ponderata. Eccoli di seguito elencati sinteticamente.

  • Le spazzole in gomma di alcuni robot non fanno attorcigliare peli e capelli contro il rischio di bloccare il funzionamento secondo i test degli utenti.
  • Se la batteria si scarica, alcuni robot si ricaricano da soli e poi tornano dove avevano lasciato il lavoro.
  • La possibilità di mettere un divieto d’accesso virtuale per alcune stanze è molto apprezzata secondo l’opinione degli acquirenti.
  • I serbatoi che raccolgono lo sporco lavabili assicurano un ulteriore miglioramento nel mantenimento dell’igiene.
  • La mappatura della casa risulta molto precisa per evitare che il robot ripassi dove ha già pulito.
  • La potenza di aspirazione risulta ottimale in molti dispositivi secondo i test degli acquirenti.
  • Molti robot sono in grado di passare con efficacia anche lungo i bordi delle pareti o negli angoli.
  • La mancanza di barriere virtuali da impostare in alcuni robot sembra essere un difetto notevole, secondo l’opinione di alcuni utenti.
  • I cassetti raccogli polvere di alcuni robot risultano troppo piccoli per contenere tutto lo sporco.
  • La rumorosità di alcuni robot aspirapolvere secondo i test degli acquirenti risulta molto fastidiosa.
  • Alcuni sensori rilevatori di sporco non sembrano essere molto efficienti secondo l’opinione degli acquirenti.
  • I tappeti con le frange sono un ostacolo e molti robot aspirapolvere vi rimangono incastrati.
  • Alcuni robot non riescono a lavorare al buio e necessitano almeno di un po’ di luce secondo i test degli utilizzatori.
  • I residui di sporco più voluminosi, come le briciole più grosse, non vengono facilmente aspirati dai robot.

Criteri di acquisto

Prima di scegliere il robot aspirapolvere migliore per le tue esigenze, valuta attentamente i fattori principali che ne fanno un dispositivo funzionale e completo. Quelli elencati di seguito sono presenti anche nella nostra tabella comparativa e ti aiuteranno a capire quali sono le funzionalità più utili nel tuo caso.

Autonomia e ricarica

L’autonomia del robot aspirapolvere deve essere funzionale alle dimensioni dell’ambiente da pulire. Se devi utilizzarlo su una superficie di circa 50 metri quadri, il dispositivo dovrà funzionare per almeno 60 minuti, mentre in abitazioni più grandi sarà necessaria un’autonomia circa del doppio. La ricarica avviene solitamente in maniera intelligente, ovvero il dispositivo scarico si dirige automaticamente verso la sua base per effettuare il ciclo di ricarica, che può durare dalle due alle sei ore all’incirca.

Mappatura

Scegliere un dispositivo che offra la mappatura significa acquistare un robot aspirapolvere di fascia alta che include un sistema per rilevare lo spazio circostante e organizzare così al meglio la navigazione automatica. Spesso si tratta di una fotocamera digitale che scatta foto dell’ambiente oppure di un laser che misura la distanza dagli oggetti lungo il percorso di pulizia del robot. I dati raccolti da uno di questi sistemi insieme ai sensori del robot consentono di costruire una mappa dettagliata dell’ambiente da pulire.

Lo sapevi che il primo robot aspirapolvere della storia si chiamava Trilobite e ne aveva anche tutto l’aspetto? Prodotto nel 1996 da Electrolux in Svezia il piccolo robot dalle funzioni ancora elementari riuscì a sorprendere tutto il mondo!

Lavapavimenti

I modelli equipaggiati anche con la funzione lavapavimenti, come alcuni di quelli della nostra tabella comparativa, sono dotati di un serbatoio ulteriore integrato da riempire con acqua e detergente e di un panno che può essere in microfibra lavabile oppure usa e getta. La funzione di lavaggio si attiva dopo l’aspirazione, solitamente su pavimenti diversi, in special modo sul parquet o sulle piastrelle.

Vicdeo: Geniale! Il robot che pulisce casa e porta a spasso il bambino

Alternative al robot aspirapolvere

Se desideri che qualcun altro faccia il lavoro al posto tuo, non ci sono molte altre alternative al robot aspirapolvere. Una valida soluzione, però, anche se solo in parte automatizzata, potrebbe essere l’impianto aspirapolvere centralizzato. Funziona tramite alcune prese di aspirazione collocate nei muri e grazie a un tubo flessibile da attaccare di volta in volta alla centrale aspirante. In questo caso non occorre svuotare l’aspirapolvere perché le polveri e gli acari vengono espulsi direttamente nell’atmosfera senza il rischio di tornare a metterli in circolo all’interno dell’ambiente domestico.

FAQ

I robot aspirapolvere danneggiano i tappeti?

Il problema principale dei tappeti è la loro altezza o la presenza di lunghe frange. In questi casi il robot potrebbe fare fatica a salire sul tappeto, rovinandone i bordi nel corso del tempo, oppure potrebbe rischiare di tirare e strappare alcuni di questi fili. Per questi motivi è bene accertarsi che il proprio dispositivo sia compatibile con la pulitura dei tappeti.

I robot aspirapolvere riescono a pulire negli angoli?

Data la forma circolare di molti aspirapolvere si potrebbe pensare di no. In realtà molti di questi dispositivi sono dotati di spazzole laterali che servono proprio a questo. In alternativa, si può valutare l’acquisto di un robot aspirapolvere squadrato che è in grado di seguire precisamente il perimetro del muro raggiungendo anche gli anfratti più scomodi.

Quanto è rumoroso il robot aspirapolvere?

Il motore del robot aspirapolvere per funzionare e pulire nel modo migliore e approfondito alcune aree della casa deve essere impostato sull’aspirazione massima. Il livello medio di rumore che produce in questi casi può arrivare fino a 70 decibel. In condizioni standard, ovvero quando pulisce un pavimento in modalità semplice, si assesta intorno ai 50/60 decibel, che è una soglia di rumore ben tollerata e poco fastidiosa.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963