Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 12
Recensioni lette
Recensioni lette 1260

La Migliore Scarpiera del 2021 - Confronti e Recensioni delle scarpiere

Scarpiera lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 29
Studi valutati
Studi valutati 12
Recensioni lette
Recensioni lette 1260

Le scarpe non sono solo fondamentali per la salute dei nostri piedi, ma anche accessori molto desiderati, belli da vedere e da esibire. Dalla scarpa più elegante destinata a una serata speciale, a quella più sportiva che ci accompagna durante una corsa o una camminata, tutti oggigiorno ne acquistiamo molte e di tutti i tipi. Purtroppo però sistemare tutte le scarpe di una famiglia può essere molto difficile. Ecco perché avere una scarpiera può essere estremamente utile e comodo per tenere in ordine le tue scarpe. Per trovarne una adeguata, dovrai considerare che le calzature possono avere le dimensioni più varie. Inoltre, ti servirà una scarpiera robusta e fatta apposta per contenere tutti i diversi modelli che hai in casa. Per aiutarti nella scelta, abbiamo preparato una tabella comparativa che include sei delle migliori scarpiere attualmente sul mercato. Di seguito, inoltre, potrai leggere la nostra guida per effettuare il tuo acquisto con semplicità. Buona lettura!

Cos’è la scarpiera e come funziona?

Una scarpiera deve poter contenere molte scarpe, spesso dalle dimensioni diverse e talvolta anche accessori, come delle speciali solette. Deve quindi essere capiente e comoda da utilizzare per poter trovare le tue scarpe in fretta in ogni momento. Può essere chiusa per proteggere le calzature dalla polvere. In ogni caso deve adattarsi allo stile della tua casa, se la esporrai in un ambiente normalmente frequentato.

Anche il materiale della scarpiera che sceglierai è importante. Se devi sistemare molte scarpe, dovresti valutare materiali robusti e resistenti come il legno, che sostiene pesi maggiori. Se poi vuoi strizzare l’occhio al risparmio, potresti scegliere una scarpiera da montare tu stesso. Molte di queste strutture sono facili e addirittura divertenti da assemblare. Una soddisfazione in più una volta raggiunto il risultato finale.

Vantaggi e aree di utilizzo

La scarpiera può essere un elemento di design in un ambiente come la camera da letto. Oppure può essere sistemata in un ripostiglio privilegiandone la comodità al posto dell’estetica. In ogni caso, la scarpiera migliore deve essere funzionale, robusta e deve mantenere le scarpe in ordine e al pulito.

La scarpiera aperta è più comoda e funzionale.

Quanti tipi di scarpiera esistono?

Sostanzialmente possiamo individuare due modelli principali dalle caratteristiche differenti. La scarpiera aperta è più comoda e funzionale, mentre quella chiusa può essere considerata un complemento d’arredo vero e proprio. Vediamo nei dettagli le tipologie principali riportate anche nella nostra tabella comparativa.

Scarpiera aperta

Questo modello è quello più economico e presenta una struttura leggera priva di ante o di sportelli. Può essere fissata dietro alle porte o alle pareti ed è solitamente composta da un numero variabile di ripiani. La sua sistemazione ideale è in un ripostiglio o in garage, oppure all’interno di un armadio. Il montaggio di una scarpiera aperta è semplice e veloce e alcuni modelli fra i più versatili consentono di togliere o aggiungere ripiani. Il materiale della struttura è solitamente la plastica o il metallo.

Scarpiera chiusa

La scarpiera chiusa è un mobile da esporre in qualsiasi stanza della casa a pieno titolo. L’estetica e il design della struttura sono solitamente piacevoli e possono abbinarsi allo stile dei mobili già presenti. La struttura è composta da ante di chiusura o pannelli e sostegni posteriori e laterali, oltre a maniglie e ripiani. È una soluzione comoda e resistente che tende a durare nel tempo e a mantenere le scarpe nel modo migliore. Il materiale più frequentemente utilizzato è il legno e il montaggio può essere più impegnativo rispetto a una struttura aperta.

Approfondimenti sulle migliori scarpiere

Nella nostra tabella comparativa abbiamo scelto sei delle migliori scarpiere sul mercato. Ora vogliamo descriverti le loro caratteristiche fondamentali e la percezione che ne hanno gli utilizzatori.

Homfa Scarpiera

La Homfa è una scarpiera chiusa in legno a 2 ripiani.

La Homfa è una scarpiera chiusa in legno a 2 ripiani, disponibile anche in 3, in robusto legno MDF da montare. La superficie si presenta liscia con i bordi rifiniti ed è dotata di maniglie in metallo. I cassetti hanno aperture a ribalta e 4 ripiani interni in totale. Si pulisce semplicemente con un panno umido e si monta con facilità secondo i test degli utenti. Le misure della scarpiera sono 80×23.5×80cm. Risulta alquanto capiente e, secondo le opinioni degli utilizzatori, salva anche spazio. Apprezzato anche il prezzo contenuto e la possibilità di inserire anche gli stivali.

SONGMICS RXJ10H

La SONGMICS RXJ10H è una scarpiera richiudibile.

La SONGMICS RXJ10H è una scarpiera richiudibile dotata di una porta in tessuto non tessuto avvolgibile, traspirante e molto leggero. La struttura è dotata di tubi in acciaio e plastica di alta qualità. Prevede anche due tasche laterali di 14×14 cm e misura in totale 58x28x160 cm, con ripiani di 17cm. Non deve essere esposta al sole e si monta con semplicità. Contiene fino a 27 paia di scarpe. Secondo le opinioni gli utenti è una scarpiera robusta e dal prezzo interessante, molto apprezzata per l’ampia capienza. Contiene comodamente anche gli stivali.

RICOO WM032-ES-B Scarpiera

La RICOO WM032-ES-B è una cassapanca che funge anche da scarpiera.

La RICOO WM032-ES-B è una cassapanca che funge anche da scarpiera dotata di 2 ripiani. Il cassetto contenitore è sormontato da un pouf in similpelle. Il legno truciolato di cui è composta non la rende adatta all’esposizione all’esterno. Le dimensioni sono 60×29.5×42 cm. È disponibile in 11 colori diversi e si monta con facilità. Contiene fino a 6 paia di scarpe e numerosi oggetti nel vano apposito. Risulta molto funzionale e comoda dai test effettuati dagli utenti e facile da assemblare.

AmazonBasics – Scarpiera a sospensione da porta a 24 scomparti

La scarpiera AmazonBasics offre posto a 12 paia di scarpe.

La scarpiera AmazonBasics offre posto a 12 paia di scarpe tramite un pannello da appendere senza necessità di montaggio. Il materiale del pannello e degli scomparti è un tessuto sintetico a rete traspirante. Le dimensioni di ogni scomparto sono di 27×12 cm, mentre in totale la scarpiera è alta 1,67 m e larga 48 cm. A disposizione 3 ganci per poterla appendere sulle porte. È disponibile anche in una taglia più piccola, per 10 paia di scarpe. Dai test degli utenti risulta comoda perché non necessità di montaggio, economica e resistente anche quando è piena.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback dagli acquirenti

Nel valutare i pro e i contro di ogni scarpiera che abbiamo analizzato, abbiamo tenuto conto del riscontro e dei test degli utilizzatori. In questo elenco troverai le informazioni necessarie a scegliere una scarpiera secondo le sue caratteristiche migliori. Oppure potrai evitare di acquistare quella che non rispecchia le tue esigenze.

  • Molto utili i ripiani traforati per il passaggio dell’area, secondo le opinioni degli utenti.
  • La maggior parte delle strutture si monta in maniera intuitiva e semplicemente.
  • Secondo i test degli utenti alcune scarpiere contengono anche scarpe extra-large.
  • Apprezzata la possibilità di montare alcuni ripiani orizzontali oppure obliqui.
  • Le scarpiere in tessuto appendibili sostengono bene il peso delle scarpe, dai test degli utilizzatori.
  • Le opinioni degli utenti indicano un buon rapporto qualità/ prezzo per molte scarpiere.
  • Molto utili, dai test degli acquirenti, i divisori per sdoppiare i ripiani interni.
  • I design più puliti sono molto apprezzati e compatibili con tutti gli arredi.
  • I piedini di appoggio di alcune strutture risultano poco stabili e poco robusti.
  • I ganci della scarpiera appendibile non sono compatibili con tutte le porte.
  • Il legno truciolato di alcune scarpiere tende a scalfirsi con facilità dopo alcuni test effettuati dagli utenti.
  • Alcune scarpiere una volta chiuse non sostengono le scarpe e le fanno cadere all’interno.
  • Il tessuto della scarpiera tende a sgretolarsi col passare del tempo se esposto al sole.
  • Alcune scarpiere presentano spigoli poco protetti che si rovinano in fretta.
  • Secondo le opinioni degli utenti spesso mancano pezzi per completare il montaggio.
  • Alcune scarpiere non sono in grado di contenere le scarpe col tacco alto.

Criteri di acquisto relativi ai prodotti scelti

Le migliori scarpiere che abbiamo scelto nella nostra tabella comparativa possono essere valutate a seconda di alcuni fattori. Valuta dunque anche queste caratteristiche per scegliere l’oggetto che più si armonizza con la tua casa e le tue necessità.

Materiale della struttura

Il materiale con cui è costruita la scarpiera è importante per la sua stabilità e anche per il design. Le strutture in plastica più comode e leggere probabilmente non si adatteranno a tutte le stanze. Però potranno essere spostate con facilità. Le strutture in legno sono più robuste e solide ma potrebbero rovinarsi col tempo a causa dell’umidità trasportata dalle suole delle scarpe. Infine i modelli in metallo: sono i più semplici da montare e si adattano a vari stili di arredamento.

Capienza

È fondamentale nella scelta della scarpiera e dipende da quante scarpe devi sistemare. Una famiglia numerosa avrà bisogno di una scarpiera molto più capiente. Mentre un single probabilmente (ma non sempre!) ne avrà molto meno. Scegli scarpiere capienti per ottimizzare gli spazi. Esistono anche modelli che prevedono due ripiani all’interno di ogni piano principale della struttura. La disposizione obliqua delle scarpe all’interno dei ripiani consente di aumentare la capienza della scarpiera.

Dimensioni

Sul mercato è possibile trovare anche modelli definiti slim. Si sviluppano solitamente in altezza e sono poco profondi. I ripiani si aprono a ribalta. Grazie a queste caratteristiche possono essere collocati negli spazi più ristretti o dietro alle porte. Oppure puoi trovare anche modelli larghi e bassi, con un anta nella parte superiore che funge da cassetto in stile cassapanca.

Sapevi che: le prime scarpiere sono originarie del Giappone e derivano dall’abitudine igienica e funzionale di togliersi sempre le scarpe prima di entrare in casa dei giapponesi fin dall’età antica, quando le case erano costruite a qualche metro di altezza da terra.

Alternative alla scarpiera

Se nessuna delle scarpiere che ti abbiamo presentato nella nostra tabella comparativa ti ha convinto, c’è comunque un’alternativa. Anzi, con un po’ di fantasia, più di una. Per esempio, puoi creare una struttura fai-da-te con un pallet da inserire sotto al letto per sistemare le tue scarpe. Oppure, hai una vecchia scala? Aperta e riverniciata può ospitare numerose calzature in un ripostiglio. Per finire, potresti riutilizzare una vecchia libreria che non ti serve più. Con un po’ di creatività, le idee non ti mancheranno!

FAQ

Come evitare i cattivi odori nella scarpiera?

Uno dei problemi più frequenti è l’odore sgradevole che ristagna nelle scarpiere, soprattutto nei modelli chiusi. Se vuoi eliminarli in maniera naturale, ti basterà inserire all’interno un vasetto aperto con del bicarbonato. Puoi anche aggiungere qualche goccia di olio essenziale per assorbire gli odori e profumare contemporaneamente. Nel caso di odori resistenti, puoi provare a pulire la scarpiera vuota con un panno imbevuto di aceto misto ad acqua.

Come evitare la formazione di muffa nella scarpiera?

Altro problema molto comune, è causato dall’umidità che rilascia la scarpa se si è bagnata. È più frequente nelle scarpiere prive di fori di aerazione. Prima di tutto puoi pulire la struttura vuota con acqua e aceto oppure acqua e ammoniaca se il materiale è la plastica. Ma per evitare la formazione di muffa puoi inserire all’interno dei sacchetti di garza contenenti bicarbonato o sale, oppure anche del carbone vegetale. Sono tutte sostanze che assorbono l’umidità.

Come sistemare le scarpe nella scarpiera?

Puoi utilizzare diversi metodi ma probabilmente il migliore è quello che ti consente di avere più vicine le scarpe della stagione in corso. Quindi metti nei ripiani più alti le calzature che non userai nei prossimi mesi. Tieni invece a portata di mano quelle che usi attualmente. Per quanto riguarda gli stivali, invece, prova a sistemarli orizzontalmente su un unico ripiano vuoto. Così eviteranno di passare un’intera stagione piegati col rischio di rovinarsi.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963