Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 30
Studi valutati
Studi valutati 14
Recensioni lette
Recensioni lette 1620

La Migliore Sega Circolare del 2021 - Confronti e Recensioni delle seghe circolari

I lavori manuali, soprattutto se hanno a che fare con la costruzione e l’artigianato, sono spesso definiti come “le professioni del futuro”. Per svolgerli al meglio è sicuramente necessaria una buona dose di passione, ma gli strumenti giusti lo sono altrettanto. In questa guida, ti parliamo di uno di essi: la sega circolare. Se lavori in officine e laboratori, sia per hobby sia a livello professionale, sai già quanto sia importante sagomare e tagliare perfettamente i materiali da assemblare. Scegliere la miglior sega circolare in commercio è quindi necessario per la qualità del tuo operato. La nostra analisi comparativa dei migliori prodotti, insieme ai test di produzione e alle opinioni degli utilizzatori, ti aiuterà a non sbagliare.

Sega circolare lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 30
Studi valutati
Studi valutati 14
Recensioni lette
Recensioni lette 1620

Cos’è una sega circolare e come funziona?

La sega circolare prende il nome dalla forma della sua lama, un disco metallico dentato e ruotante. Questo strumento viene utilizzato per lavorare legno, plastica, metalli e altri materiali e consente di eseguire tagli rettilinei della massima precisione, che aumenta ulteriormente nei modelli industriali per uso professionale.

La sega circolare funziona attraverso la meccanizzazione del movimento interno, generata da un motore elettrico. Questo moto permette alla lama di ruotare e di eseguire tagli precisi. Sebbene sia nata come uno strumento riservato ai professionisti della produzione industriale, oggi, grazie anche ai prezzi abbordabili, è disponibile anche per il fai da te.

Vantaggi e aree di utilizzo

La sega circolare funziona attraverso la meccanizzazione del movimento interno

Per scegliere la miglior sega circolare per la tua attività, ti consigliamo di iniziare con un’analisi comparativa dei vari tipi in commercio. Leggendone le funzionalità nel dettaglio, potrai farti un’idea di quale faccia al caso tuo.

Quali tipi di sega circolare esistono?

Inizieremo col distinguere tra le seghe di tipo elettrico e quelle a batteria. Passeremo poi alla modalità di lavoro, così da capire se preferisci un modello da banco, portatile o a immersione. Vediamone le caratteristiche principali:

Sega circolare elettrica o a batteria

La prima distinzione da fare è quella che riguarda il tipo di alimentazione dell’attrezzo. La sega circolare a batteria è chiaramente più piccola e meno potente di un modello elettrico; risulta però utile sia in ambienti dove non si ha una presa di corrente in prossimità, sia per lavorazioni dove è molto più comodo non avere cavi ingombranti che rallentano i movimenti.

Il modello elettrico è invece quello più utilizzato, in quanto consente di lavorare con maggiore potenza, senza dipendere dall’autonomia delle batterie, e di utilizzare lame più grandi.

Sega circolare da banco

Questi attrezzi sono di tipo stazionario. Hanno un piano di lavoro incorporato, la cui dimensione può variare, con una fessura protetta dalla quale emerge una lama circolare. In questo caso, la macchina rimane fissa, mentre l’elemento da lavorare viene fatto scorrere da chi la utilizza. Il motore e gli assi si trovano all’interno del tavolo di lavoro.

Questa tipologia è la più comune nelle falegnamerie, essendo particolarmente adatta a lavorare sulle venature del legno. Consente tagli in linea retta, trasversali oppure ad angolo.

Sega circolare portatile

Questa tipologia di seghe circolari è la più compatta e leggera. Deve essere infatti impugnata dall’utilizzatore, quindi pratica e maneggevole. Il pezzo da tagliare viene appoggiato sul piano di lavoro e la lama, guidata dall’operatore, scorrerà sul materiale.

I modelli portatili sono sempre più diffusi, soprattutto tra gli amanti del bricolage, perché permettono di lavorare con precisione ma sono più semplici e meno ingombranti. Inoltre, in commercio si trovano modelli per tutte le tasche.

Sega circolare a immersione (o ad affondamento)

Le seghe circolari a immersione si differenziano dai modelli da banco perché, in questo caso, la lama è retrattile e fuoriesce solo al momento del taglio, facendo pressione sull’apposita maniglia.

Questa particolare caratteristica consente una maggiore libertà di movimento, poiché il taglio può essere iniziato da qualunque posizione sul piano di lavoro. Essendo molto versatili, questi attrezzi possono essere usati su legno, plastica, metalli e ceramica.

Approfondimento sui migliori prodotti

Abbiamo pensato di proporti la nostra selezione delle migliori seghe circolari attualmente in commercio. Oltre all’analisi comparativa di prezzi e caratteristiche, abbiamo tenuto conto delle opinioni di chi le ha acquistate e testate in precedenza. Magari la sega circolare perfetta per te è proprio tra queste, e potrai mostrare al mondo i tuoi perfetti lavori di bricolage!

Makita HS7601J

Makita HS7601J è un modello classico di sega elettrica a mano

Makita HS7601J è un modello classico di sega elettrica a mano, con un motore ad alta potenza (1200 Watt) e lunga durata. Molto semplice da maneggiare, secondo le opinioni degli utenti, grazie alla sua impugnatura ergonomica, ha dato ottimi risultati in termini di precisione ma anche di pulizia in vari test su legno e altri materiali. Non produce polvere e taglia fino a 66 mm.

La lama inclusa ha 12 denti ed è in alluminio pressofuso. Un’altra caratteristica molto utile è il vano per il motore che, essendo piatto, funge anche da superficie d’appoggio quando si sostituisce la lama.

TECCPO TAMS24P

TECCPO TAMS24P è un modello elettrico mini

TECCPO TAMS24P è un modello elettrico mini, di dimensioni compatte e quindi estremamente maneggevole, perfetta per gli amanti del bricolage. Il motore da 580 Watt raggiunge i 3500 giri al minuto. Il metallo di cui è fatta è anti-invecchiamento, a prova di usura.

Ha una guida laser che, insieme al righello laterale, permette la massima precisione, regolando la profondità e l’angolo del taglio dai 28 ai 43 mm, dai 45 ai 90 gradi. Pesando solo 2 chili e con manico ergonomico in pelle, supera anche i test dei meno esperti, che la trovano leggera e facile da usare.

BOSCH Professional GTS 635-216

Il colosso del fai da te presenta il modello da banco Professional GTS 635-216

Il colosso del fai da te presenta il modello da banco Professional GTS 635-216, che, con una potenza di 1600 Watt, raggiunge i 70 mm di taglio. Pur essendo di tipo stazionario, questa sega circolare BOSCH è comoda anche da trasportare, grazie all’impugnatura ergonomica e ai molteplici sistemi di sicurezza, raccolta della polvere durante la lavorazione e sistema proteggi-lama.

La guida parallela scorrevole garantisce precisione e il piano estensibile aumenta la comodità. In un’ottica comparativa, BOSCH risulta il prodotto di gamma più alta, che dà i risultati migliori dopo diversi test di utilizzo, nonostante il prezzo accessibile.

Makita SP6000J

Un altro modello Makita, ma questa volta a immersione.

Un altro prodotto Makita, ma questa volta a immersione. SP6000J è un modello elettrico da 1300 Watt di potenza, che dispone di un regolatore elettronico della velocità e che viene definito “un ottimo prodotto” da tutte le opinioni degli acquirenti che la utilizzano sia per lavoro sia per hobby.

La lama standard da 48 denti garantisce un taglio netto e preciso; la confezione include la valigetta per riporla e un cavo da 4 metri, insieme ad alcuni morsetti e a una squadra angolare. La Makita a immersione è consigliata specialmente per un uso professionale.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Prestare attenzione alle opinioni di chi ha già acquistato un prodotto, e lo ha messo alla prova con test pratici su diversi materiali, può essere di grande aiuto per la tua scelta. Ecco una lista di pro e contro ricavata dai feedback degli utenti che ti tornerà sicuramente utile per scegliere la miglior sega circolare.

  • I modelli “mini” testati dai principianti risultano molto facili da usare.
  • I grandi marchi offrono versioni professionali a prezzi accessibili.
  • I modelli a batteria sono un’ottima alternativa per chi cambia spesso ambiente di lavoro o per fare bricolage durante le vacanze.
  • La durata delle seghe circolari è molto alta; ciò ammortizza l’investimento.
  • Le guide e i righelli laterali aiutano la precisione delle lavorazioni.
  • Le seghe circolari più recenti sono molto sicure e hanno diversi sistemi di sicurezza sia per le lame che per l’accensione e lo spegnimento.
  • Le seghe circolari portatili possono essere utilizzate anche in spazi ristretti.
  • Nei modelli a batterie, l’autonomia di queste è sensibilmente migliorata rispetto alle prime versioni.
  • Secondo alcune opinioni, diversi modelli creano un effetto vibrazione all’accensione che può essere fastidioso.
  • Le seghe a immersione risultano meno semplici da utilizzare per chi è alle prime armi.
  • I modelli da banco necessitano di spazi ampi per consentire libertà di movimento.
  • Spesso le lame incluse non sono sufficienti per tutte le lavorazioni, quindi bisognerà acquistarne altre.
  • In alcuni casi, risulta difficile reperire i pezzi di ricambio.
  • I test di alcuni utilizzatori riportano che il banco di lavoro integrato può non essere perfettamente piano o sufficientemente profondo.
  • A volte le guide in dotazione non sono abbastanza precise.
  • Le seghe elettriche standard sono comunque abbastanza pesanti, soprattutto per i non professionisti.

Criteri di acquisto

Prima di lasciarti alla scelta vera e propria della miglior sega circolare, eccoti un breve riassunto degli aspetti più importanti da tenere a mente nel confronto comparativo tra i vari prodotti. Seguendo queste indicazioni, sarai certo di prendere la decisione giusta.

Tipologia

Si tratta del primo elemento su cui prendere una decisione per poter acquistare una sega circolare. Dopo aver confrontato le funzionalità, le caratteristiche e le opinioni a riguardo, chiediti quale sia il modello che faccia al caso tuo.

Sei alle prime armi, oppure fai del bricolage solo nella tua casa vacanze? Scegli un modello compatto e leggero. Cerchi un attrezzo professionale per il tuo laboratorio artigianale? Sicuramente avrai bisogno di una sega da banco di alta precisione.

Potenza

Sempre a seconda dell’uso che ne farai, ma anche del tipo di sega circolare che hai scelto, controlla la potenza del dispositivo prima di acquistarlo. La trovi solitamente espressa in watt; insieme a questa, controlla anche i RPM, ovvero il numero di giri al minuto, che il modello in questione può raggiungere.

Per lavorazioni importanti e prolungate, ti servirà ovviamente una potenza maggiore, ma dipenderà anche dal tipo di materiali su cui lavorerai.

Sapevi che le prime seghe circolari, la cui origine risale al XIX secolo e che erano alimentate ad acqua, riuscivano a tagliare solo il legno?

Guida laser

Non tutti i modelli includono una guida laser incorporata. Si tratta di un extra che può fare la differenza, sia in termini di precisione sia di facilità d’uso. Se non sei molto esperto, considera di acquistare una sega circolare con guida laser, per acquisire sicurezza nel taglio.

In genere, il prezzo di questi modelli è leggermente più alto rispetto agli altri, quindi valuta se ha senso per le tue esigenze aumentare il budget.

FAQ

Le lame di una sega circolare sono tutte uguali?

No. Esistono diversi tipi di lame, a seconda del materiale da lavorare, della resistenza e della durata necessaria: abrasive, diamantate, in lega temprata, eccetera. Le lame più utilizzate, spesso incluse nell’acquisto della sega circolare, sono quelle in acciaio HSS (High Speed Steel) e quelle più sottili per il legno.

Il numero dei denti di una lama è importante?

Certo. In proporzione rispetto al diametro della lama, più sono i denti, più netto e preciso sarà il taglio. Le lame con pochi denti vengono infatti utilizzate per tagli grezzi o per tagli in lunghezza che seguono le venature del legno. Per i tagli trasversali, si avrà bisogno di una dentatura maggiore.

Come pulire una sega circolare?

Dopo ogni uso, è bene eliminare trucioli e residui del materiale lavorato con una spazzola o un pennello, utilizzando un aspiratore per gli spazi più piccoli e difficili da raggiungere. Anche le parti interne, e quelle mobili, soprattutto se in acciaio, vanno periodicamente aspirate e lubrificate con prodotti appositi.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963