Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 27
Studi valutati
Studi valutati 20
Recensioni lette
Recensioni lette 1870

Il Miglior Monitor del 2021 - Confronti e Recensioni dei monitor

Monitor lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 5
Ore impiegate
Ore impiegate 27
Studi valutati
Studi valutati 20
Recensioni lette
Recensioni lette 1870

L’utilizzo di un buon monitor per il proprio computer per lavorare da casa è fondamentale, ma anche chi non ha esigenze professionali e vuole godersi un buon film o una lunga sessione di gaming dedicherà sicuramente molta attenzione alla scelta di questo dispositivo che ha subito un’evoluzione notevole e alquanto rapida nel corso degli ultimi anni. Nella guida che stai per leggere parleremo proprio dei monitor e lo faremo presentandoti una prova comparativa dei sei migliori dispositivi attualmente sul mercato di cui potrai leggere gli esiti e tutte le informazioni fondamentali per scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Cos’è un monitor e come funziona?

Il monitor è il dispositivo utilizzato per visualizzare immagini, testo e video da una fonte digitale che può essere il computer ma anche la console di gioco. Se una volta era un oggetto ingombrante, il vecchio schermo a tubo catodico molto utilizzato un tempo, oggi il monitor offre spessori notevolmente ridotti e una tecnologia all’avanguardia che consente di godere di immagini e filmati nel modo più coinvolgente.

Lo schermo del monitor è suddiviso in pixel che ricomposti insieme formano immagini e caratteri che si accendono e mescolano i colori principali. Moltiplicando inoltre il numero delle linee per le colonne presenti sullo schermo, si ottiene il numero totale di pixel presenti che indica la risoluzione grafica del monitor: migliore è questo dato, più realistiche e definite sono le immagini ottenute.

Vantaggi e aree di utilizzo

Chi desidera un’esperienza di gaming immersiva e di alto livello opterà sicuramente per un monitor di ultima generazione per garantirsi un’ottima fluidità nel gioco e tempi di risposta soddisfacenti. Allo stesso modo, chi lavora molte ore al giorno al PC potrebbe trarre ottimi benefici dall’acquisto di un monitor fra quelli che abbiamo selezionato nella nostra tabella comparativa grazie alle caratteristiche al passo con la più moderna tecnologia.

Il monitor è il dispositivo utilizzato per visualizzare immagini, testo e video da una fonte digitale.

Quali tipi di monitor esistono?

Al giorno d’oggi praticamente tutti i monitor in vendita sono di tipo LCD, ovvero a cristalli liquidi e retroilluminati a LED. È bene sapere, però, che i monitor con display LCD possono essere di diverse tipologie, le stesse che abbiamo testato e incluso nella nostra prova comparativa. Le elenchiamo e approfondiamo di seguito.

Monitor TN

Il monitor TN (Twisted Nematic) è la tipologia più comune che offre tempi di risposta molto bassi ed è disponibile a un prezzo contenuto. È un monitor indicato per il gaming soprattutto in modalità multi giocatore, dove le frazioni di secondo sono fondamentali, e anche per i contenuti in 3D ma possiede una gamma cromatica più ristretta rispetto ad altre tipologie di dispositivo e quindi non è adatto ai lavori di grafica.

Monitor IPS

L’IPS (In Plane Switching) è un modello evoluto del classico TN, ne migliora nettamente la resa dei colori e ne amplia l’angolo di visione, consentendo a diversi utenti che osservano lo schermo da angolazioni diverse di ottenere la stessa visione; di contro offre tempi di risposta più alti. È più indicato per la visione di contenuti multimediali e per la grafica, un po’ meno per il gaming.

Monitor VA

Il monitor VA (Vertical Alignment) offre una miglior gestione dei colori e del contrasto rispetto alla tipologia TN. Non ha tempi di risposta particolarmente rapidi, solitamente nell’ordine di 2-3 ms, ma offre ampi angoli di visualizzazione. È indicato per i contenuti HDR e quindi molto utilizzato come monitor per TV, ma è adatto anche al gaming, con buone prestazioni e immagini eccellenti anche se non ha la stessa velocità del monitor TN.

Monitor MVA

Il monitor MVA (Multi-Domain Vertical Alignment) è un’evoluzione della precedente tipologia VA, migliorata nella resa cromatica e nell’angolo di visuale con anche un miglior contrasto rispetto ai monitor IPS. Si tratta di monitor molto completi ideali anche in ambito lavorativo.

Monitor PVA

Il monitor PVA (Pattern Vertical Alignment) pur non essendo fra i modelli scelti per la nostra tabella comparativa, è anch’esso un’evoluzione della tipologia VA con le migliorie dei monitor MVA ma è più indicato per i pannelli curvi.

Approfondimento sui migliori prodotti

Per aiutarti a conoscere meglio i prodotti che presentiamo in questa guida, li abbiamo studiati e testati per poterti specificare meglio le caratteristiche principali di ognuno. Troverai di seguito il risultato della nostra analisi.

Samsung C27F396

Samsung C27F396 è un monitor dotato di un pannello VA.

Samsung C27F396 è un monitor dotato di un pannello VA con curvatura da 1800R per un’ottima visione e poca dispersione della luce grazie al contrasto 3000:1. Il monitor è particolarmente sottile, 11,9 mm, e lo schermo misura 27 pollici, ma è disponibile anche nella versione da 24. La risoluzione è Full HD con 1920×1080 pixel, aspect ratio 16:9 e refresh rate di 60 Hz.

Secondo i test del produttore, il monitor riduce l’emissione di luce blu e lo sfarfallio, offrendo neri più uniformi. Include un jack per le cuffie da 3,5 mm e il supporto da parete. Gli utenti ne apprezzano molto la modalità salva vista che non affatica gli occhi.

LG 24ML600S

LG 24ML600S è un monitor di 24 pollici con una risoluzione Full HD.

LG 24ML600S è un monitor di 24 pollici con una risoluzione Full HD a 1920×1080 pixel. Il monitor offre un pannello IPS con visione ottimale da ogni angolazione e antiriflesso con un refresh rate di 75 Hz. Il monitor è multitasking dotato di funzionalità di suddivisione dello schermo e altoparlanti stereo incorporati da 10 W. Include anche un’uscita jack audio, due porte HDMI e una VGA.

Secondo quanto riporta il produttore offre un’attività di gaming fluida e supporta AMD FreeSync, oltre a essere dotato di attacco VESA con inclinazione regolabile. Le opinioni degli utenti sono positive per il buon rapporto qualità-prezzo e per le numerose porte in dotazione.

BenQ ZOWIE XL2411K

BenQ ZOWIE XL2411K è un monitor dotato di un pannello TN da 24 pollici

BenQ ZOWIE XL2411K è un monitor dotato di un pannello TN da 24 pollici con risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel ma disponibile anche in altre dimensioni con un refresh rate di 144 Hz e molto indicato per il gaming anche grazie alla tecnologia offerta Dynamic Accuracy che rende meno sfocate le azioni più veloci e intense dei giochi.

L’altezza è regolabile e il monitor include connettività HDMI (due ingressi), VGA, DVI, USB e DisplayPort. Offre un menu con impostazioni rapide e alto livello di personalizzazione. Secondo l’opinione degli utenti è un dispositivo che offre alta connettività e personalizzazione, molto adatto al gaming.

Philips 200V4QSBR

Philips 200V4QSBR è un monitor composto da un pannello MVA Full Hd

Philips 200V4QSBR è un monitor composto da un pannello MVA Full HH con una risoluzione di 1920×1080 pixel dotato di un contrasto elevato di 3000:1 e ampi angoli di visione. Le dimensioni sono di 20 pollici e lo schermo possiede un refresh rate di 60 Hz. Offre un design accattivante con un ingombro ridotto e include il supporto VESA per fissare il monitor inclinabile al muro.

Inoltre, è un dispositivo ecologico in quanto privo di mercurio, a basso consumo energetico e include le entrate DVI e VGA. Nella loro opinione gli utenti ne apprezzano il prezzo particolarmente conveniente per un monitor Full HD.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Gli utenti che hanno acquistato i monitor da noi selezionati li hanno potuti testare e valutare approfonditamente e grazie alle loro opinioni abbiamo rilevato alcuni pro e contro che dovresti conoscere prima di acquistare il modello più adatto alle tue esigenze. Li elenchiamo di seguito in un breve elenco.

  • Molti monitor sono facili da tarare secondo quanto riportano alcuni utenti.
  • La curvatura dello schermo risulta molto funzionale e coinvolgente per l’utente.
  • La modalità dedicata alla riduzione dell’affaticamento degli occhi è molto apprezzata da molti utilizzatori.
  • I monitor con due ingressi HDMI risultano molto apprezzati dagli acquirenti.
  • L’opacità di molti monitor è un vantaggio nell’opinione di molti utenti perché non produce riflessi indesiderati.
  • La presenza di casse audio integrate rende i monitor più completi.
  • I monitor con bordi molto ridotti sono più apprezzati a livello estetico.
  • L’HDR simulato di alcuni monitor è molto gradito dagli utenti anche se non sempre applicabile.
  • La mancanza della porta HDMI in alcuni monitor risulta svantaggiosa secondo molti utenti.
  • Alcuni utenti lamentano il fatto che molti monitor non siano regolabili in altezza.
  • Alcuni monitor presentano il famigerato effetto ghosting secondo i test degli acquirenti.
  • Una mancanza comune a molti monitor è l’assenza di un LED per capire se il dispositivo è in standby oppure spento.
  • Alcuni monitor presentano pixel sgranati e poco definiti.
  • La calibrazione dei colori in alcuni monitor non è ben ottimizzata secondo i test degli utenti.
  • Alcuni monitor presentano un unico pulsante per le regolazioni che risulta essere poco pratico.
  • La presenza di vertical banding (le bande laterali più scure rispetto alla scena) in alcuni monitor risulta molto fastidiosa.

Criteri di acquisto

Molti sono i fattori da valutare al momento della scelta del monitor perfetto per te. Abbiamo scelto i principali per aiutarti a valutare i modelli che più si avvicinano ai tuoi gusti e alle tue necessità.

Video: Come pulire schermi di tv e pc senza rovinarli

Dimensioni

Dopo aver misurato lo spazio che hai a disposizione, potrai valutare le dimensioni del monitor da acquistare. In generale troverai sul mercato modelli da 18,5 pollici fino a oltre 30 e potrai optare per un classico 23 pollici, che offre un buon rapporto fra dimensione e prezzo se il tuo utilizzo è principalmente per il PC.

Oppure puoi optare per un 27 pollici se hai sufficiente spazio disponibile e un budget più elevato, mentre potrai spaziare tra le dimensioni che più gradisci per un monitor da installare in un salotto, da utilizzare per vedere i tuoi film preferiti o per giocare ai tuoi videogame preferiti comodamente dal divano.

Risoluzione

I vecchi monitor HD con una risoluzione da 1280×720 pixel sono oramai desueti, soppiantati dal Full HD con i suoi 1920×1080 pixel che offre un ottimo rapporto qualità-prezzo anche per il gaming. Sul mercato e nella nostra tabella comparativa troverai anche risoluzioni maggiori, da 2560×1440 pixel, 2K, molto indicati per visualizzare foto e video, ma anche monitor 4K o Ultra HD con una risoluzione di 3840×2160 pixel, il top attualmente soprattutto se utilizzati su PC con schede video molto performanti.

Sapevi che i primi monitor esistenti risalenti agli anni ‘60, agli albori dell’informatica, visualizzavano solamente numeri e caratteri? Erano monitor monocromatici, a un solo colore, il verde, dotati di un ingombrante tubo catodico nella parte posteriore.

Refresh rate

Questo fattore indica la frequenza dell’aggiornamento dell’immagine sullo schermo, ovvero il numero di volte in un secondo in cui viene ridisegnata l’immagine sul pannello, e si misura in Hz. I modelli comuni si assestano sui 60Hz, mentre valori più elevati, per quanto non percepibili direttamente dall’occhio umano, offrono una miglior fluidità delle immagini.

Altoparlanti

Valuta anche se il monitor migliore per le tue esigenze è equipaggiato con casse audio integrate, un’ottima aggiunta, soprattutto in caso non disponessi di una soundbar da abbinarvi o di casse Bluetooth esterne. Gli altoparlanti risultano essenziali soprattutto se vuoi vedere film, ascoltare musica da PC o giocare o se usi il monitor con una console che, di suo, non dispone di casse.

FAQ

Cosa vuol dire HDR?

La tecnologia HDR, High Dinamic Range, va oltre l’Ultra HD e caratterizza monitor di ultimissima generazione che sono in grado di riprodurre gamme di colori più ampie includendo anche luci e ombre, una caratteristica solitamente presente solo nei modelli di fascia medio-alta.

Quali porte deve avere il monitor?

È fondamentale che il monitor che acquisti includa almeno una porta HDMI che è in grado di veicolare sia segnale video che audio e consente di collegare il monitor a PC e TV. Utili anche le porte DVI che però trasportano solo segnale video. Le VGA per lo standard analogico, invece, sono oramai obsolete.

Cos’è un monitor curvo?

Il pannello curvo offre un senso di immersione nel monitor e la possibilità di vedere lo schermo nella sua interezza in modo uniforme dalla propria posizione diminuendo l’affaticamento degli occhi. Applicato ai monitor offre esperienze d’utilizzo più coinvolgenti e confortevoli, a un prezzo accessibile.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963