Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 34
Studi valutati
Studi valutati 19
Recensioni lette
Recensioni lette 352

Il Migliore Inverter Fotovoltaico del 2021 - Confronti e Recensioni degli inverter fotovoltaici

inverter fotovoltaico lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 34
Studi valutati
Studi valutati 19
Recensioni lette
Recensioni lette 352

Negli ultimi anni produrre energia elettrica da fonti rinnovabili ed ecologiche è diventata un'esigenza sempre più decisiva per le sorti del clima del nostro pianeta. La richiesta di pannelli fotovoltaici è cresciuta enormemente, sia per le case che per gli automezzi come i camper. Qualunque sia lo scopo per cui vuoi utilizzare l'energia prodotta tramite i tuoi pannelli, dovrai dotarti di uno strumento che la regoli e che la trasformi per renderla fruibile. L'inverter fotovoltaico ha appunto questa funzione: stabilizza la corrente dandole un formato utilizzabile in casa e nei camper. In questa prova comparativa procederemo con alcuni test alla ricerca del migliore inverter fotovoltaico, avvalendoci anche delle opinioni degli acquirenti dei prodotti selezionati.

Cos’è un inverter fotovoltaico e come funziona?

L’inverter fotovoltaico ha il compito di ricevere e modificare l’energia prodotta dai pannelli solari. Quella che arriva generalmente dai pannelli fotovoltaici è un tipo di energia molto discontinua e variabile, che non si può utilizzare così com’è. Il compito dell’inverter è innanzitutto quello di stabilizzarla, e poi di trasformarla in corrente a 220 volt fruibile dai normali elettrodomestici. Nel caso degli inverter fotovoltaici per camper, questi potranno essere collegati anche alle batterie aggiuntive, non solo ai pannelli solari. Grazie alle prese di corrente presenti sull’inverter stesso sarà possibile utilizzare sul camper anche normali elettrodomestici.

A chi può essere utile un inverter fotovoltaico?

Essendo un elemento essenziale in un impianto a pannelli solari, l’inverter fotovoltaico è ovviamente utile a chi vuole installarne uno. Vediamo nel dettaglio, servendoci delle opinioni degli acquirenti, chi necessita di questi apparecchi.

Chi vuole un impianto fotovoltaico in casa

La scelta d’installare un impianto a pannelli solari per la casa non può prescindere dalla presenza di un inverter per la stabilizzazione e la creazione di energia elettrica utilizzabile. Un sistema complesso di questo tipo richiede un prodotto altamente tecnologico e in grado di fornire in alcuni momenti anche grandi quantità di energia. Inoltre è importante che l’onda elettrica sia perfettamente sinusoidale per evitare danni ad alcuni componenti degli elettrodomestici. La corrente prodotta dai pannelli solari ha una variazione d’intensità a volte notevole che deve essere stabilizzata. Un inverter fotovoltaico di qualità è in grado di eseguire questi compiti nel modo migliore.

Chi possiede un camper

Sono sempre di più gli amanti dei viaggi in camper che installano un impianto a pannelli solari per rendere il proprio automezzo sempre più autonomo. Nei lunghi viaggi non è sempre possibile trovare zone attrezzate con allacciamento elettrico per camper. Con un impianto dotato d’inverter fotovoltaico gli elettrodomestici come il frigorifero possono rimanere accesi in autonomia. In questo modo si evita inoltre di stressare il meccanismo di erogazione elettrica delle batterie supplementari collegate al motore. La scelta quindi di posizionare sul tetto del camper pannelli solari con annesso inverter fotovoltaico risulta decisamente vincente, confermata dalle opinioni degli stessi camperisti.

Chi opta per una scelta ecologica e di risparmio

Migliore Inverter FotovoltaicoCi sono altri due motivi che spingono sempre più persone a orientarsi verso i sistemi di generazione di corrente a pannelli solari. Il primo è di tipo strettamente ecologico, per produrre elettricità in modo il più possibile sostenibile. L’altro invece riguarda un aspetto strettamente economico: produrre energia elettrica in casa vuol dire abbassare il costo della bolletta. Il fabbisogno giornaliero di elettricità a pagamento scenderà in modo importante. Inoltre, nei momenti in cui la produzione di elettricità sarà superiore al consumo casalingo, quella in eccesso entrerà nel circuito elettrico nazionale, garantendo un ulteriore sconto in bolletta.

Quali sono i principali vantaggi e svantaggi di un inverter fotovoltaico?

L’inverter fotovoltaico è un apparecchio di vitale importanza all’interno di un impianto a pannelli solari. Sono quindi chiari i suoi vantaggi, ma vi sono anche degli svantaggi che vanno messi in rilievo.

Vantaggi

  • Stabilizzazione della corrente: permette di fornire corrente alternata dalla corretta onda sinusoidale, che non danneggia gli elettrodomestici.
  • Distribuzione della corrente: un buon inverter fotovoltaico consente di distribuire nel modo migliore l’elettricità generata dai pannelli solari.
  • Prese di corrente e USB: Molti modelli per camper sono dotati di prese di corrente e USB dove collegare e alimentare nel modo migliore ogni tipo di apparecchio o dispositivo.

Svantaggi

  • Posizionamento non semplice: essendo un apparecchio che svolge funzioni delicate, deve essere trovata una sede adeguata, lontana da fonti di calore dall’umidità.
  • Richiede molti cavi: per lavorare al meglio l’inverter deve essere posizionato in modo che tutti i cavi collegati, spesso molti, siano bene in ordine.

Approfondimento sui migliori prodotti

È il momento di approfondire le informazioni riguardanti i prodotti nella nostra tabella comparativa, a seguito dei test che abbiamo effettuato.

Zerodis Inverter di Energia Solare

Zerodis Inverter di Energia SolareIl primo inverter fotovoltaico di questa prova comparativa è il più piccolo e il più economico. Ovviamente non possiamo aspettarci prestazioni sensazionali, ma in questi casi l’importante è che sia in grado di svolgere il suo compito. Il prodotto della Zerodis è piccolo e leggero, data la sua struttura in alluminio. Su un lato si trova l’unico ingresso per un pannello fotovoltaico di dimensioni medio piccole. Sul lato opposto sono presenti il tasto di accensione, una presa elettrica e una connessione USB per ricaricare, ad esempio, uno smartphone. La potenza media erogata è di 450 Watt, la massima di 600. Come confermano le opinioni degli acquirenti, si tratta del migliore inverter fotovoltaico per alimentare piccoli elettrodomestici a basso consumo.

KSTE Inverter Fotovoltaico

KSTE Inverter FotovoltaicoEccoci adesso a un prodotto di potenza superiore che è in grado di gestire più elettrodomestici contemporaneamente. Le dimensioni sono ben più importanti e quindi dovrà essere studiato bene l’alloggiamento in un camper, dato che questi apparecchi scaldano un po’. Su un lato troviamo i punti di fissaggio per la connessione del sistema a pannelli solari, sull’altro 2 porte USB e una presa di tipo americano. Sarà quindi necessario innanzitutto procurarsi un adattatore e poi una presa multipla per collegare più elettrodomestici. La potenza erogabile dichiarata è di ben 1.000 Watt (confermata dai test degli acquirenti), quindi in grado di sopportare carichi di tensione che iniziano a essere importanti.

Y&H 1000W Inverter di rete fotovoltaico

Y&H 1000WNella nostra prova comparativa abbiamo inserito un prodotto molto diverso dagli altri. Questo inverter fotovoltaico è stato realizzato esclusivamente per uso casalingo e non ha prese elettriche per alimentare direttamente alcunché. Il prodotto di Y&H infatti va collegato a una delle prese di corrente e da lì fornirà l’elettricità a tutto l’appartamento. In questo senso è una bella comodità, perché fornisce l’elettricità ovunque nella casa. La potenza massima erogata è di 1.000 watt. La sincronizzazione con la rete elettrica permette poi di avere uno sconto in bolletta in caso di surplus di energia prodotta.

Green Cell 2000W/4000W

Green Cell 2000W-4000WPassiamo al più grande e potente inverter fotovoltaico di questa prova comparativa, con il test del Green Cell 2000W/4000W. Lo dice già il nome del prodotto, ma è necessario spiegarlo meglio. Questo inverter fotovoltaico garantisce una potenza media erogata di 2.000 Watt, ma, nella migliore delle ipotesi, è in grado di fornire 4.000 Watt per pochi secondi. Consigliamo di non andare oltre i 2.000 Watt di potenza richiesta. Oltre ai tradizionali ingressi per pannelli solari, questo inverter fotovoltaico mette a disposizione due prese elettriche e una porta USB. È presente uno stabilizzatore di corrente di alta qualità che permette di collegare anche apparecchi molto sensibili agli sbalzi di corrente.

Feedback positivi e negativi degli acquirenti

Al termine dei test di questa prova comparativa abbiamo raccolto le opinioni degli acquirenti per farti conoscere le principali lodi e critiche riguardanti i prodotti presentati.

  • Zerodis Inverter di Energia Solare: piccolo e comodo, perfetto per i piccoli elettrodomestici.
  • KSTE Inverter Fotovoltaico: ottima potenza erogata, corrente molto stabile.
  • Y&H 1000W Inverter di rete fotovoltaico: molto semplice da installare, fornisce energia dappertutto nella casa.
  • Green Cell 2000W/4000W: super potente con tante prese disponibili.
  • Zerodis Inverter di Energia Solare: impossibile utilizzarlo con un phon.
  • KSTE Inverter Fotovoltaico: scomoda la presa americana, scalda molto.
  • Y&H 1000W Inverter di rete fotovoltaico: non si può collegare nessun apparecchio direttamente.
  • Green Cell 2000W/4000W: molto ingombrante, serve uno spazio ben aerato.

Criteri di acquisto

Potenza erogata

Uno dei punti cruciali riguardanti l’acquisto di un inverter fotovoltaico è senza dubbio la potenza erogata. In genere raccomandiamo vivamente di non prendere in considerazione la potenza massima erogabile. Il nostro consiglio è di utilizzare non più della potenza media dichiarata, magari leggendo qualche test sulle reali prestazioni dell’inverter.

Prese di corrente e porte USB

Gli inverter in genere hanno una o più prese di corrente, che dipendono anche dalla potenza massima erogata. Per un prodotto che genera 400 Watt una presa è più che sufficiente, per uno da 2.000 Watt due sono il minimo indispensabile. Inoltre tutti i più recenti inverter mettono a disposizione una o due porte USB per ricaricare velocemente lo smartphone o il tablet.

Lo sapevi che un sistema d’inverter fotovoltaico di grandi dimensioni può erogare oltre 200 KW?

Stabilizzazione dell’energia elettrica

Molti non prendono bene in considerazione questo fattore, che è invece davvero cruciale e che può causare danni ad apparecchi molto costosi. Alcuni di essi infatti sono molto sensibili agli sbalzi di corrente ed è facile danneggiarli. Per questo motivo è molto importante poter verificare se la forma d’onda dell’energia elettrica erogata sia correttamente sinusoidale. In questo caso si parla di onda sinusoidale pura. Vi sono in rete test che verificano la stabilità della corrente fornita dai principali inverter fotovoltaici in commercio.

FAQ

Perché l’inverter fotovoltaico va in protezione?

Negli appartamenti in cui è montato un impianto di pannelli solari può capitare che l’inverter vada spesso in protezione per un voltaggio troppo alto in entrata. La causa può essere un guasto, ma anche ad esempio la non corretta dimensione dei cavi che collegano i pannelli all’inverter. La ragione di questo problema risiede quasi sempre nella tensione errata del tuo fornitore di energia elettrica.

Dove posizionare l’inverter fotovoltaico in casa?

Come abbiamo già spiegato, l’inverter fotovoltaico produce una buona quantità di calore ed è dotato per questo di ventole di raffreddamento. La posizione corretta di un inverter è quindi un luogo fresco, asciutto e non esposto al sole. Inoltre è consigliabile metterlo vicino alle prese di corrente della casa, per evitare inutili dispersioni e variazioni di tensione.

Qual è la posizione giusta dell’inverter fotovoltaico sul camper?

In questo caso va fatto un compromesso. I normali inverter fotovoltaici (ma non tutti) funzionano anche se collegati alla batteria del camper. Per questo motivo è importante posizionarlo molto vicino alla batteria in caso di malfunzionamento dei pannelli solari. Il luogo dove normalmente viene montato è sotto il sedile del passeggero. Non deve mancare la predisposizione al collegamento sia dei pannelli solari che alla batteria del camper.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963