Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 33
Studi valutati
Studi valutati 19
Recensioni lette
Recensioni lette 1190

La Migliore Multipresa del 2021 - Confronti e Recensioni delle multiprese

Multipresa lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 33
Studi valutati
Studi valutati 19
Recensioni lette
Recensioni lette 1190

Ormai la nostra quotidianità è fatta di tanti dispositivi elettronici, che spesso utilizziamo nello stesso momento. Se lavori al pc, hai bisogno anche della stampante e delle cuffie per i meeting online. Se sei in cucina a preparare un dolce, ti serviranno sia il frullatore sia lo sbattitore elettrico. Ecco perché le multiprese sono ormai un accessorio indispensabile in ogni ambiente. Dall’ufficio alla casa, per lavoro o per hobby, facilitano i compiti di tutti i giorni. Questo articolo ti guiderà verso il miglior acquisto possibile, grazie a una tabella comparativa con vari prodotti. Riporteremo alcune opinioni e risultati di test effettuati da chi li utilizza già per aiutarti a scegliere. Iniziamo!

Cos’è una multipresa e come funziona?

La multipresa, anche detta presa elettrica multipla, è quel dispositivo che ci permette di connettere più apparecchi elettrici a un solo attacco. Grazie alle multiprese, una singola presa a muro viene moltiplicata per più dispositivi. Le multiprese, a seconda del modello, hanno da tre a sei attacchi e reggono un carico che va dai 1500 ai 2500 Watt.

Oltre a permetterci di utilizzare vari dispositivi allo stesso tempo, ottimizzando un’unica presa a muro, la multipresa è anche un salvaspazio che rende l’ambiente più ordinato poiché converge tutti i cavi in un’unica zona. In ufficio è utilissima per fax, stampanti, scanner e computer. In casa, invece, viene utilizzata per gli elettrodomestici in cucina, nell’area TV per le console o il digitale terrestre o accanto al letto per lampada e caricabatterie. Il mercato offre vari modelli con caratteristiche specifiche, da scegliere in base alle tue esigenze.

Vantaggi e aree di utilizzo

Una multipresa ci consente di utilizzare vari apparecchi elettronici allo stesso momento. Che sia in un ambiente di lavoro o in casa, non è più un problema avere tanti dispositivi e poche prese a muro. Inoltre, una buona multipresa può aiutarti anche a evitare cavi sparsi ovunque o sempre in vista. Dovrai sceglierla in base alle tue necessità: quanti apparecchi dovrai collegarci, più o meno attacchi, a ciabatta o da scrivania. Ti consigliamo di leggere sempre le schede tecniche dei prodotti, frutto di test tecnici, ma anche le opinioni di chi ha acquistato prima di te. Fai un’analisi comparativa delle caratteristiche per scegliere la migliore.

Le migliori multiprese ottimizzano lo spazio e permettono di utilizzare più apparecchi con una sola presa a muro.

Quanti tipi di multiprese esistono?

Possiamo distinguere le multiprese in base a vari elementi: il numero di attacchi, la compatibilità, gli adattatori. L’aspetto primario che le differenzia è il formato, vediamo nel dettaglio come classificarle:

Multipresa a ciabatta

Questa versione di multipresa è tra le più note e utilizzate sia in casa sia in ufficio. Si tratta di una serie di attacchi, da tre a sei, racchiusi in un unico blocco contenitore. Somiglia a un cavo di prolunga, ma contiene più prese insieme e, in alcuni modelli, anche la possibilità di spegnerli tutti nello stesso momento. Questo evita consumi di dispositivi in stand-by. Rispetto agli adattatori, la multipresa a ciabatta sopporta un carico massimo di potenza più elevato.

Multipresa semplice/ adattatore

Le multiprese semplici sono senza cavo e, di solito, hanno la forma di un adattatore che si collega direttamente a una presa a muro con vari attacchi. Hanno generalmente da tre a cinque attacchi, distribuiti sui vari lati e al centro dell’adattatore. La portata massima di queste multiprese è di 1500 Watt.

Multipresa da scrivania

Queste multiprese sono la scelta più gettonata per uso professionale, sia in ambiente domestico, per chi ha una postazione di lavoro, sia in ufficio. Sono più simili al modello a ciabatta, ma il blocco contenitore ha un design che consente di lasciarlo appoggiato sulla scrivania senza che si sposti. In genere, includono tre attacchi, ma le più innovative hanno anche una porta USB.

Approfondimento sulle migliori multiprese

Di seguito trovi una selezione delle migliori multiprese attualmente in commercio. L’abbiamo creata tenendo conto delle diverse esigenze di ognuno. Abbiamo anche considerato le opinioni dei consumatori e i test tecnici effettuati sui prodotti prima del loro lancio sul mercato. Siamo certi che ti aiuterà a orientarti meglio tra tante proposte, permettendoti un’analisi comparativa delle caratteristiche.

BTicino S3711GU

BTicino S3711GU è una multipresa di classe energetica A.

 

BTicino è una multipresa da scrivania dotata di piedini adesivi per garantire maggiore aderenza e stabilità sul piano di lavoro. Dispone di una presa 16A compatibile con le Schuko e due prese 10/16A per quelle italiane. Il cavo è lungo 2 metri, per lavorare in tutta comodità. Le opinioni degli utenti sottolineano la grande utilità delle due prese USB, che fungono da caricatore per due dispositivi contemporaneamente, come smartphone e tablet. BTicino S3711GU è una multipresa di classe energetica A, dunque con minor impatto sul consumo di corrente elettrica rispetto ad altri apparecchi.

Fanton 82220

Fanton è un adattatore multipresa con spina grande, da 16 A.

Fanton è un adattatore multipresa con spina grande da 16A, 100% made in Italy. La sua caratteristica più apprezzata dagli utenti è sicuramente il design piatto salvaspazio. La spina è in materiale autoestinguente con perni in ottone; il corpo e i morsetti sono invece in polimeri altamente resistenti agli urti e al calore. Fanton regge una portata massima di 1500 Watt, come prescritto dalla legge italiana sugli adattatori. Ha tre ingressi polivalenti, dunque può essere utilizzato sia con prese grandi (da 16A) che prese piccole (10A). Dalle opinioni di chi l’ha acquistato emerge che è compatibile con prese italiane ma non adatto a prese Schuko.

Electraline 62048

Electraline è un modello di multipresa a ciabatta con 3 prese polivalenti.

Electraline è un modello di multipresa a ciabatta con 3 prese polivalenti, compatibili sia con prese italiane che Schuko, e 6 bivalenti  per prese di tipo 10/16A. La spina piccola 10A è compatibile con la maggioranza delle prese italiane, senza bisogno di ulteriori adattatori. Tutte le prese sono dotate di sistema children safety, per evitare che i bambini introducano corpi estranei nella presa attiva, e interruttore di sicurezza in caso di superamento del limite di potenza. Il cavo di 2 metri la rende particolarmente comoda per situazioni in cui la presa a muro da sfruttare non è vicinissima alla postazione di lavoro. Facilissima da fissare grazie alle fascette autobloccanti, che ti permettono di agganciarla alla scrivania o a qualunque supporto.

Electraline 71033

Il 71033 un set molto comodo per uso domestico

Un altro modello di Electraline, il 71033 un set molto comodo per uso domestico. Si tratta di due adattatori con triplo ingresso, 2 attacchi compatibili con prese italiane 10/16 Ampere e uno per prese Schuko. La spina è di tipo piccolo 10 Ampere. Come l’Electraline precedente, anche questa ha la protezione per bambini. Le opinioni sono particolarmente positive in quanto la versione 71033 consente di utilizzare oggetti con spina orizzontale in prese a muro con spine verticali. Il rapporto qualità prezzo è ottimo per un prodotto da tenere in casa per ogni evenienza.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Le opinioni di chi acquista prima di te ed effettua test concreti sui prodotti ci hanno permesso di aiutarti ulteriormente, nella tua analisi comparativa delle migliori multiprese in commercio, con la lista che segue. Ecco tutti i vantaggi e gli svantaggi che potresti riscontrare:

  • I modelli con cavo lungo sono più semplici da utilizzare in diversi ambienti.
  • Le multiprese a ciabatta possono facilmente essere “nascoste” dietro divani e altri mobili.
  • I modelli da scrivania sono ideali per gli uffici.
  • Le multiprese con porte USB sono più funzionali dei modelli che non ne dispongono.
  • Il sistema di sicurezza per i bambini è un grande valore aggiunto in termini di sicurezza.
  • I test hanno provato l’impatto positivo della funzione di spegnimento automatico sul consumo energetico e la sicurezza.
  • I materiali per spine e cavi sono testati e conformi ai requisiti richiesti dalla normativa italiana.
  • Gli adattatori sono comodissimi soprattutto per uso domestico accanto al comodino delle camere da letto.
  • Bisogna fare attenzione alla compatibilità: non tutti i modelli supportano le prese Schuko.
  • Alcuni modelli di adattatore sono prodotti solo con spina piccola e questo ne limita le aree di utilizzo.
  • La maggior parte dei modelli a ciabatta non vanta un design piacevole.
  • In alcuni casi, all’arrivo del prodotto, gli spinotti sono risultati non bene avvitati e quindi poco resistenti.
  • I modelli piatti salvaspazio potrebbero essere incompatibili con alcune prese a muro a incasso.
  • A volte la spaziatura tra i vari attacchi è insufficiente per caricabatterie grandi.
  • La mancanza del tasto di accensione e spegnimento in alcuni modelli non è funzionale.
  • A volte gli adattatori sono incompatibili con gli elettrodomestici di casa e provocano danni all’impianto elettrico.

Criteri di acquisto

Le multiprese sono un prodotto talmente comune e utilizzato che la varietà del mercato può confondere. Questi criteri vogliono aiutarti a fare ulteriore chiarezza per scegliere quella più adatta a te, in un’ottica comparativa delle varie funzionalità.

Numero di prese

Si tratta di un aspetto primario da prendere in considerazione. A seconda che tu acquisti la multipresa per casa o per l’ufficio, avrai già un’idea del numero di dispositivi che intendi collegarvi contemporaneamente. In base a questo, potrai orientarti su un modello base da tre, uno medio da quattro o una multipresa più grande da sei attacchi.

Adattabilità

Questo è un altro elemento fondamentale. Se acquisti un adattatore per trasferte lavorative all’estero, accertati che sia compatibile anche con prese non italiane, come quelle di tipo Schuko. Inoltre, controlla la grandezza della presa dell’adattatore stesso, per non rischiare di non poterlo poi collegare alle prese a muro che hai a disposizione. Se possibile, fai dei test preventivi.

Sapevi che la presa italiana è normalmente a 3 poli, mentre quella Schuko (utilizzata in Germania e altri Paesi) è a due poli?

Porta USB

Essenziale per chi lavora con dispositivi smart, dal pc, ai tablet, al cellulare. Una multipresa con ingresso USB, soprattutto per i modelli da scrivania, fungerà anche da caricabatterie. Se invece lavori con dispositivi standard, potrebbe essere superflua.

FAQ

Le multiprese vanno pulite?

Per quanto possa essere una cosa un po' noiosa, sì, la multipresa deve essere pulita. E’ importante infatti che non si accumuli polvere nei fori per le spine elettriche, per salvaguardarne il corretto funzionamento. Può bastare un semplice aspirapolvere, come anche un pennellino per arrivare nei punti più difficili.

Esiste una normativa per le multiprese?

Sebbene non siano soggette alle stesse norme per le prese fisse, tutte le componenti di una multipresa devono essere a norma CEI, per poter attribuire al prodotto il marchio di conformità CE.

Come evitare sovraccarichi?

Non riguarda direttamente la multipresa, ma ciò che vi è attaccato. Un sovraccarico si evita controllando la potenza degli apparecchi da collegare ed evitando l’uso degli adattatori con grandi elettrodomestici quali lavatrici e lavastoviglie.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (5 recensioni. mediamente: 4,40 di 5)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963