Cerca
Generic filters
Nur genaue Treffer
Suche im Titel
Suche im Inhalt
Suche in Zusammenfassung
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 33
Studi valutati
Studi valutati 23
Recensioni lette
Recensioni lette 1480

La Migliore Stampante Laser del 2021 - Confronti e Recensioni delle stampanti laser

Stampante laser lista dei migliori prodotti del 2021

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Prodotti testati 6
Ore impiegate
Ore impiegate 33
Studi valutati
Studi valutati 23
Recensioni lette
Recensioni lette 1480

Chi lavora in ufficio sarà abituato a pensare alla stampante laser come a una collega inseparabile. Si tratta di strumenti efficienti in grado di unire velocità e affidabilità, caratteristiche chiave in molti ambienti professionali. Tuttavia, grazie al progresso tecnologico, oggigiorno le stampanti laser hanno un prezzo sempre più accessibile e trovano posto anche tra le mura domestiche, portando con loro le qualità che le hanno rese famose. Con gli anni poi sono diventate sempre meno ingombranti e più affidabili, un trend che non sembra arrestarsi grazie all’introduzione di modelli in cui i laser vengono sostituiti con i LED, rendendo così le stampanti ancora più piccole e silenziose.

Cos’è una stampante laser e come funziona?

Il processo di stampa digitale con laser deriva direttamente dalla xerografia, tecnologia una volta cardine dell’industria delle fotocopiatrici, che viene anche definita stampa a secco, per differenziarla dalla stampa a getto d’inchiostro. Si tratta di una tecnica di stampa che garantisce una velocità sostanzialmente superiore rispetto all’uso dell’inchiostro, ma che risulta anche più costosa e meno adatta alla stampa di fotografie. Un’alternativa più economica ed efficiente è la stampante a LED, che condivide con la stampante laser il medesimo funzionamento ma porta con sé minori difetti e maggiori vantaggi, motivo per cui trova il suo posto anche nella nostra tabella comparativa.

In una stampante laser, l’immagine viene inizialmente impressa su un rullo fotosensibile, detto tamburo, grazie all’uso di una forte sorgente luminosa, come il laser. Dopodiché un altro rullo carico di sottilissime polveri di colore, il toner, trasferisce l’immagine sul foglio di carta per via elettrostatica. Il foglio con le particelle di toner passerà infine attraverso un ultimo rullo riscaldato, il quale provvederà a legare indissolubilmente il colore alla carta. Anziché il laser, come sorgente luminosa può anche essere impiegata una striscia di LED, una tecnologia che garantisce allo strumento maggiore affidabilità e silenziosità, oltre che minori dimensioni.

Vantaggi e aree di utilizzo

Grazie alla superiore velocità di stampa e alla ridotta necessità di manutenzione rispetto alle inkjet, la stampante laser rappresenta un’inseparabile alleata in molti uffici, studi di professionisti e attività commerciali. Tuttavia questa categoria di stampanti ha un costo leggermente più alto rispetto alla concorrenza, dando così vita a un mercato particolarmente variegato.

 

Quanti tipi di stampante laser esistono?

Vista l’eterogeneità delle proposte presenti sul mercato, al consumatore viene data l’opportunità di scegliere tra stampanti monocromatiche o a colori, semplici o multifunzione, professionali o per uso domestico. I prezzi dei modelli più economici e poveri di funzionalità partono da circa 80-100 €, mentre la fascia di prezzo più equilibrata è quella attorno ai 200 €. Le soluzioni più professionali partono invece dai 250-300 € e possono superare il migliaio di euro.

Stampante laser semplice o monofunzione

In una stampante laser l’immagine viene inizialmente impressa su di un rullo fotosensibile.La stampante laser semplice è una periferica in grado di svolgere un’unica funzione, quella che tutti si aspettano da essa: stampare.

Queste stampanti laser si rivelano quindi adatte a un uso domestico, alle scrivanie più piccole quando uno scanner non serve, e anche agli uffici che usano uno scanner dedicato, certamente più capace e versatile di quello integrato nelle stampanti di fascia media.

Stampante laser multifunzione

Vien da sé che una stampante laser multifunzione, ovvero con scanner e funzione di fotocopiatrice, è una soluzione più comoda e versatile rispetto a una monofunzione. Chiamate anche 3-in-1 per convenire alla loro triplice funzione, si tratta di stampanti più ingombranti che spesso impiegano un ADF per scannerizzare e poi, all’occorrenza, stampare una copia al volo.

La funzione di copia è sempre disponibile in una stampante laser con scanner, ed è molto spesso la qualità che determina il successo di questa tipologia. Ma è realmente necessaria? Pur essendo molto importante nella maggior parte degli ambienti professionali, in casa la sua importanza viene oscurata dalla diffusione delle stampanti laser wireless e degli smartphone, la cui fotocamera può essere utilizzata come sostituto dello scanner per effettuare la copia di un documento in pochi secondi.

Stampante laser multifunzione con fax

Cos’altro aggiungere a un titolo così esplicativo? Le stampanti note come 4-in-1 sono una variante delle multifunzione con in più un fax. Pur trattandosi di uno strumento pressoché obsoleto, molti uffici si ostinano a renderlo tuttora parte integrante del proprio arsenale telecomunicativo.

Una stampante laser con fax avrà di conseguenza un modem analogico con porte RJ-11, un tastierino numerico, e talvolta anche una cornetta telefonica. Il telefono può essere una pratica aggiunta per liberare un po’ di spazio su qualche scrivania, mentre il tastierino numerico può essere usato per vari scopi, come ad esempio digitare il numero di fotocopie che vanno eseguite.

Approfondimento sui migliori prodotti

La tabella comparativa è stata redatta con l’ausilio di analisi di mercato e test effettuati da consumatori ed esperti del settore, in modo da ottenere una selezione di prodotti diversificata che sia in grado di soddisfare i principali gruppi di potenziali acquirenti.

Brother MFC-L2750DW

La Brother MFC-L2750DW è una stampante laser di categoria media che non si fa mancare nulla.

La Brother MFC-L2750DW è una stampante laser di categoria media che non si fa mancare nulla, fatta eccezione per la stampa a colori. Si tratta di un modello monocromatico in grado di stampare, secondo i test di laboratorio, fino a 34 pagine per minuto, e che rappresenta quindi uno dei modelli più rapidi nella sua fascia di prezzo. Lo scanner naturalmente è a colori ed è provvisto di ADF da 50 fogli; è inoltre fornita di un fax, il che la rende un’ottima multifunzione 4-in-1. È inoltre una delle poche opzioni su questo prezzo a offrire stampa e scansione duplex, oltre che un modulo di collegamento NFC.

Dalla nostra analisi comparativa la stampante in esame risulta una tra le migliori in commercio, grazie all’eccellente rapporto qualità-prezzo e alla versatilità di cui dà prova sia in casa sia in ufficio. Le opinioni positive espresse da consumatori non si contano più, e sono in accordo con il parere dei professionisti del settore.

Canon i-SENSYS MF643CDW

È una stampante laser a colori potente e versatile.

Nonostante l’impegno di Canon nel settore della stampa a getto d’inchiostro, l’azienda propone anche pochi ma ottimi modelli laser, com’è il caso della i-SENSYS MF643CDW. È una stampante laser a colori potente e versatile, anche se piuttosto pesante e ingombrante, con scanner e ADF. Si riscalda molto rapidamente ed è pronta per stampare in non più di 13 secondi, mentre il vassoio di raccolta è in grado di ospitare fino a 100 fogli.

Dispone delle solite connessioni con o senza cavo, e consente inoltre di stampare direttamente da una memoria USB esterna da collegare alla porta frontale. La gestione della stampante avviene tramite l’uso di un pratico touch screen da 12,7 cm, dal quale è possibile creare scorciatoie personalizzate. Le opinioni degli acquirenti sono molto rassicuranti, e rappresenta uno dei modelli a colori meglio recensito.

HP LaserJet M118dw

La HP LaserJet M118dw è senza dubbio la migliore per chi dispone di un budget limitato.

Tra le varie proposte che compaiono nella nostra tabella comparativa, la HP LaserJet M118dw è senza dubbio la migliore per chi dispone di un budget limitato, ed è indicata per l’uso domestico. Garantisce collegamenti via cavo o wireless, con inclusa la possibilità di stampare tramite Wi-Fi Direct. Nonostante il prezzo, è in grado di stampare fino a 28 pagine per minuto, caratteristica che rende una soluzione adatta anche per un ufficio.

La LaserJet in esame vanta un costo molto basso a fronte dell’assenza di uno scanner, ma può in compenso permettersi poco ingombro sulla scrivania. È anche tra le stampanti meno costose in assoluto capace di eseguire la stampa fronte-retro automatica, perciò per molte persone si tratta di un vero affare. Gode di ottime recensioni da parte dell’utenza e non si segnala alcun difetto in particolare.

Brother HLL3230CDW

La Brother HLL3230CDW è un’innovativa stampante a LED.

La Brother HLL3230CDW è un’innovativa stampante a LED, un’evoluzione della tecnologia a laser con meno parti mobili che la porta a essere una delle stampanti più silenziose sul mercato. Si rivolge a un bacino di utenza piuttosto ampio, soddisfacendo esigenze domestiche e di lavoro grazie all’ampia connettività, alla stampa fronte-retro automatica e al cassetto con oltre 250 fogli. La velocità di stampa è tuttavia sotto la media, non superando le 18 pagine al minuto.

Forse l’assenza dello scanner rende questa opzione meno appetibile, ma in fondo si tratta di una tra le stampanti digitali a colori meno costose in commercio. Le opinioni degli acquirenti sono infatti molto positive, e dai test effettuati è anche in grado di stampare immagini a colori di alta qualità, grazie a una risoluzione di stampa fino a 2400 dpi.

Vantaggi e svantaggi descritti nei feedback degli acquirenti

Solitamente una stampante laser porta con sé un gran numero di vantaggi che la rendono l’opzione migliore in determinati casi, pur non trattandosi di un prodotto privo di difetti.

  • Sono ottime per stampare documenti
  • Possono raggiungere velocità di stampa molto elevate, superando le 50 ppm
  • Richiedono una minore manutenzione rispetto alle inkjet
  • È possibile acquistare toner in grado di stampare migliaia di fogli
  • Spesso offrono la stampa fronte-retro automatica anche nella fascia di prezzo più bassa
  • Le stampanti LED sono le più silenziose in assoluto e hanno un consumo energetico ridotto
  • Hanno un consumo energetico molto elevato
  • La stampa a colori offre colori meno vividi e uniformi
  • Ogni toner può arrivare a costare diverse decine di euro
  • Costano di più rispetto alle alternative a getto d’inchiostro, soprattutto se a colori
  • Sono inadatte a stampare fotografie e richiedono una carta fotografica specifica
  • Quando vengono accese, necessitano di diversi secondi per il riscaldamento iniziale
  • Sono ingombranti, tanto che per la stampa su fogli A3 vengono impiegate principalmente quelle a LED

Criteri di acquisto

Nella prossima sezione della guida verranno analizzati alcuni aspetti chiave da valutare al momento di scegliere una stampante laser, in base alle proprie necessità e al budget a disposizione.

Stampa monocromatica o a colori

Tra le stampanti laser è normale trovare modelli con la sola stampa in bianco e nero, mentre le alternative a colori tendono a presentare un sovrapprezzo non indifferente. La stampa monocromatica è più rapida ed economica, il che di certo non guasta, anche perché per stampare una foto sarà comunque preferibile un modello a getto d’inchiostro. Trattandosi di soluzioni pensate per la stampa di documenti, è facile intuire perché le stampanti laser monocromatiche siano così diffuse.

Connettività

Se nei modelli domestici può essere sufficiente anche la sola porta USB, è solito per una stampante laser disporre di porta Ethernet e modulo Wi-Fi, il quale consente una connessione WLAN e, in molti casi, il collegamento diretto a un dispositivo nelle vicinanze che supporti il Wi-Fi Direct. Alcuni modelli potranno anche stampare via NFC, direttamente da una chiavetta USB, o anche da una scheda di memoria.

Velocità di stampa e volume mensile

Essendo la stampante laser una soluzione impiegata solitamente negli uffici, è importante orientarsi verso un’opzione in grado di soddisfare le esigenze dell’ambiente in cui andrà collocata. In casa è normale accontentarsi di stampanti da circa 15 pagine per minuto (ppm) in bianco e nero, mentre per un ufficio o un’attività commerciale sono preferibili modelli da almeno 25 ppm. Le stampanti più costose saranno in grado di stampare diverse migliaia di fogli al mese senza alcun intoppo, e offrono solitamente la stampa fronte/retro automatica (stampa duplex).

Sapevi che la stampa laser fu inventata tra il 1969 e il 1971 da Gary Starkweather? Lavorava come ricercatore per l’azienda leader nel settore delle fotocopiatrici, l’americana Xerox, ed eseguì test e ricerche su questa tecnologia per diversi anni. Fu tuttavia IBM a commercializzare per prima una stampante laser nel 1976, grazie al temporeggiamento della società rivale.

Presenza di un ADF

L’alimentatore automatico di documenti, comunemente chiamato ADF, è una struttura spesso presente sulle multifunzione, che consente la digitalizzazione di una certa quantità di fogli in rapida successione. Un ADF è mediamente in grado di contenere dai 30 ai 50 fogli, e durante il processo di scansione l’utente potrà scegliere se salvare i fogli in un unico file o singolarmente. In alcuni casi è possibile che l’ADF offra la scansione fronte-retro automatica delle pagine, anche nota come scansione duplex.

Stampante laser o stampante inkjet?

Nessuna alternativa è necessariamente migliore dell’altra e si tratta di prodotti tecnicamente molto diversi, che danno il meglio di loro in diversi ambiti. Diversi test hanno anche dimostrato come il costo di stampa a lungo andare sia abbastanza simile. Una stampante a getto d’inchiostro sarà più piccola ed economica, e stamperà foto di migliore qualità rispetto a una stampante laser. In ambito domestico le inkjet sono spesso le più apprezzate.

FAQ

Cos’è una stampante a LED?

Il fatto che nella tabella comparativa sia stata aggiunta anche una stampante a LED non è certo un errore. In effetti si tratta di una variante sempre più diffusa delle stampanti laser, in cui ai laser si sostituiscono i LED. Oltre al ridotto consumo energetico, l’utilizzo di strisce LED rende queste stampanti anche più compatte e meno rumorose. In genere costano meno e raggiungono la stessa risoluzione di una stampante laser. Il loro funzionamento è comunque identico, e utilizzano gli stessi toner.

Come si pulisce una stampante laser?

Prima di pulire una stampante laser, conviene verificare se sul manuale sono già previsti dei consigli al riguardo. In ogni caso, le stampanti laser sporcano molto meno rispetto alle inkjet, perciò sarà sufficiente un panno asciutto per portar via la maggior parte dello sporco, mentre per le macchie più persistenti si può aggiungere qualche goccia d’acqua e di detergente. L’idea migliore è quella di pulire l’interno della stampante, incluso il rullo di trasferimento, ogni volta che si sostituisce il toner.

Quanto costa il toner di una stampante laser?

Rispetto a una cartuccia di inchiostro, un toner può stampare più pagine e richiede meno manutenzione, ma in compenso è molto più costoso. Prima dell’acquisto, può essere utile verificare la disponibilità sul mercato di toner a buon prezzo per il modello scelto, che solitamente vanno dai 30 agli 80 € per quelli originali e dai 7 e i 30 € per quelli compatibili.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963